Margot, una vittima di ictus di 33 anni, testimonia

primario

  • Per ridurre il più possibile le sue conseguenze sulla salute, l’ictus dovrebbe essere affrontato il più rapidamente possibile.
  • Se compaiono i sintomi, i servizi di emergenza devono essere chiamati immediatamente alle 15 o alle 112.

Margot Turcat ha più di 20.000 iscritti sul suo account Instagram”il mio piccolo colpoSopra, educa il pubblico su cosa sia un ictus raccontando la sua storia.Il suo obiettivo è che i sintomi dell’ictus siano meglio conosciuti in Francia in modo che, BeneSupporto migliore.

Accetta il compito troppo tardi

Quindi il motivo di questo impegno è personale. Nel 2018, all’età di 33 anni, questa giovane madre ha avuto un ictus. All’inizio Margot Turkat non ha capito subito i suoi sintomi: stanchezza, mal di testa, vertigini… ma quando ha perso la parola e si è sentita debole nei muscoli, ha chiamato la SAMU e poi i medici dell’SOS. Sfortunatamente, nessuna di queste istituzioni crede nell’ictus a causa della giovane età di Margot Turcat. Infine, una diagnosi non sarebbe stata fatta fino a quattro ore dopo la comparsa dei primi sintomi, ritardando il trattamento.

Nel febbraio 2019, Margot Turcat ha deciso di creare il proprio account Instagram “My Little Stroke” per disegnare la sua storia e poterla poi raccontare a suo figlio. Oggi i suoi disegni sono raccolti nell’omonimo fumetto.

150.000 persone ogni anno subiscono un ictus

Ogni anno, come Margot Turcat, 150.000 persone subiscono un ictus, secondo Ministero della Solidarietà e della Salute. Un ictus è la perdita improvvisa di una o più funzioni cerebrali. Ciò si verifica a causa di un’emorragia intracerebrale oa causa dell’improvvisa cessazione del flusso sanguigno all’interno del cervello, che porta alla morte delle cellule cerebrali nell’area interessata. I neuroni colpiti da un ictus non si rigenerano.

Più di 500.000 francesi vivono con i postumi di un ictus

Più di 110.000 persone sono ricoverate in ospedale e 30.000 persone muoiono di ictus ogni anno in Francia. È la seconda causa di morte nelle donne e la terza negli uomini. È altresì La principale causa di disabilità motoria in Francia secondo Ospedali di soccorso generale di Parigi (AP-HP). Infatti, Più di 500.000 francesi vivono con i postumi di un ictus.

Dopo un tale problema di salute, alcuni pazienti possono perdere parte delle loro capacità motorie, ma hanno anche problemi con la parola o la vista. Tecniche, dispositivi e supporto appropriati possono alleviare queste conseguenze, ma i pazienti generalmente non tornano a una vita completamente normale in seguito. Anche oggi Margot Turcat ha delle conseguenze: Disturbi del linguaggio, convulsioni e debolezza muscolare (“paraplegia destra”).

READ  Zone in misure di emergenza | La sanità pubblica voleva vietare alcuni viaggi tra le regioni

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *