Maglia azzurra per “ridare colore alla squadra”

Maglia azzurra per “ridare colore alla squadra”

Dopo un inizio di Giro frustrante, Thibaut Pinot si è “divertito” lunedì vestendo la maglia azzurra di miglior scalatore, che gli permette di “ridare un po’ di colore” alla sua squadra, anche se non ne ha particolarmente intenzione difenderlo.

“È stato un inizio al Giro non particolarmente positivo. Se riesce a riportare un po’ di colore alla squadra, molto figo. È un piccolo bonus, è bello avere questa maglia per la prima volta”, ha detto lo scalatore del Groupama- FDJ.

“Ci permette di spezzare un po’ la spirale negativa dopo l’incidente di Rudy (Mollard, venerdì il giorno prima della partenza), quando eravamo un po’ fiduciosi e la rottura di ieri”, ha aggiunto Franck-Comtois che punta a 2. 05 dietro al leader Remco Evenepoel nella classifica generale dopo uno stivale mediocre sabato e una perdita di 19 secondi in una fuga domenica.

Lunedì si è “divertito” a scattare in vetta alle salite di Montecchio e Valico, a una trentina di chilometri dalla meta, per i punti per la montagna e alle spalle del francese Paul Lapira, che indossava la maglia azzurra. Lunedi.

“i sentimenti sono buoni”

È iniziato con una discussione con Rudy (Mollard) durante il teatro. La giornata è stata piuttosto lunga e poi il distaccamento è stato catturato. Non mi è costata energia, è stato uno sforzo utile, diciamo”, ha commentato Pinot, grande tifoso del PSG, che ha indossato l’iconica maglia mentre l’impianto audio sputava la musica che accompagnava i giocatori in ingresso al Velodromo dell’Olympiad de Marseille.

Non è però detto che abbia intenzione di difendere la maglia martedì nella tappa di media montagna composta da tre passaggi sui 1.000 metri: “Al momento non è un obiettivo, domani dobbiamo andare in fuga e non sono certo di avere una buona via d’uscita.” Ma forse cambierò idea nella terza settimana. »

READ  Spalletti non è un combattente della nuova generazione

Ma ha aggiunto: «Le sensazioni sono buone», per il suo terzo e ultimo Giro, dopo essere arrivato quarto nel 2017, e il ritiro nel 2018 quando era terzo, prima di ritirarsi a fine stagione, a 33 anni. .

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *