Luis Enrique (Spagna) prima del match contro l’Italia: “Niente da perdere”

“Non hai un puro numero 9 nella tua lista. Ti mancherà mercoledì contro l’Italia?
Abbiamo sei o sette attaccanti nella lista. Sono un allenatore che si caratterizza per cercare sempre di attaccare e cercare di raggiungere la porta avversaria in diversi modi. Domani avremo lo stesso obiettivo (Mercoledì).

“Non cerchiamo di avvicinarci alla porta avversaria con un solo giocatore, così come non difendiamo con quattro giocatori”

Senza un centravanti puro, cosa dovrà fare di diverso la tua squadra?
Lo abbiamo già detto spesso: non cerchiamo di avvicinarci alla porta avversaria con un solo giocatore, così come non difendiamo con quattro giocatori. Domani sarà la stessa storia. Cercheremo di creare più occasioni dell’avversario, di avere più palla dell’altro, di controllare la partita. Se, dopo averlo fatto, l’avversario sarà migliore di noi, dovremo accettarlo. Per noi giocare contro l’Italia, squadra campione d’Europa, è qualcosa di molto emozionante. Non abbiamo niente da perdere e molto da guadagnare.

Da quello che leggi o ascolti, senti una particolare contestazione su questa lista?
Non ne so niente, perché non leggo niente, non ascolto niente, non guardo niente della selezione. Per me questa lista è una lista come le altre, con 23 giocatori che hanno tutta la mia fiducia. Il tempo dirà se ho sbagliato o meno.

Hai chiamato Sergi Roberto. Che posizione lo preferisci?
L’ho fatto esordire con il Barça B. Conosco la sua versatilità. È un grande giocatore, che può giocare di lato, corridore, sentinella, anche ala. È un giocatore molto prezioso per un allenatore, con un grande carattere. Sono estremamente felice che sia con noi.

Come ti senti Eric Garcia? Ultimamente è stato molto criticato…
Molto buono, fantastico, sensazionale. Non c’è un grande giocatore che non sia stato criticato durante la sua carriera. O se no, è perché non stiamo parlando di un giocatore che gioca per un grande club. “

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *