Lo studio ha scoperto che i trattamenti hanno la maggior parte degli effetti collaterali

Gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE) e i bloccanti del recettore dell’angiotensina II (ARBs2) sono tra le prime terapie farmacologiche per il trattamento l’ ipertensione. E se entrambe sono ugualmente efficaci nel prevenire eventi pericolosi, come un ictus o un infarto, allora una di queste due molecole provoca più effetti collaterali dell’altra…

Uno studio pubblicato il 26 luglio sulla rivista Ipertensione Sembra, infatti, che le IEC causino di più Effetti collaterali dagli ARA. Ecco perché i ricercatori raccomandano di descrivere quest’ultimo come una priorità. In questa presentazione, elenchiamo gli effetti collaterali che potrebbero aver notato.

Pressione alta: come la trattiamo?

Un adulto su tre Lui soffre Ipertensione In Francia, la metà sono subappaltatori. L’altra metà di solito non sa di avere questa malattia. La prima misura adottata per ridurre la pressione sanguigna eccessivamente alta è adottare il nuovo trattamento abitudini di vita. Sapere:

  • Perdita di peso quando si aumenta di peso.
  • impegnarsi in una regolare attività fisica;
  • aumento del consumo di frutta e verdura;
  • ridurre il consumo di grassi di origine animale;
  • ridurre l’assunzione di sale a meno di 6 g al giorno;
  • Ridurre il consumo di alcol
  • smettere di fumare.

così questo misure di igiene alimentare Non abbastanza, uno Il trattamento medico può essere descritto. In primo luogo, come monoterapia, e poi eventualmente combinando diversi farmaci antipertensivi. Esistono cinque classi di farmaci per l’ipertensione (le ultime due in questo elenco non sono descritte come di prima linea)

  • Diuretici tiazidici.
  • Calcio-antagonisti
  • inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE) e bloccanti del recettore dell’angiotensina II (ARA2);
  • beta-bloccanti
  • Farmaci antipertensivi ad azione centrale.
READ  Doctor Bustle dalla Riviera

Alta pressione sanguigna: uno studio che confronta gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina e i bloccanti del recettore dell’angiotensina

Gli inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE) e i bloccanti del recettore dell’angiotensina (ARB) fanno parte del trattamento prima intenzione ; Il primo è descritto più del secondo.

I ricercatori americani hanno seguito tre milioni A partire dal Persone con pressione alta Inizio della monoterapia con ACE inibitore o ARB tra il 1996 e il 2018 negli Stati Uniti, in Germania e in Corea del Sud. Nessuno di loro aveva una storia di malattie cardiache o ictus.

Nessuna differenza di efficienza

Più specificamente, 2.297.881 dei pazienti studiati stavano assumendo ACE-inibitori e 673.938 stavano assumendo bloccanti del recettore dell’angiotensina. Secondo questo lavoro, questi due Trattamenti Si scopre che Efficienza simile Per la prevenzione delle complicanze cardiovascolari dell’ipertensione. “Non abbiamo trovato una differenza statisticamente significativa nei nostri esiti primari per infarto miocardico acuto, insufficienza cardiaca, ictus o eventi cardiovascolari complessi”, hanno scritto gli autori dello studio.

Effetti collaterali: i bloccanti del recettore dell’angiotensina sono più sicuri degli ACE-inibitori

D’altra parte, notano evidenti differenze in termini di effetti collaterali di queste molecole. Sono stati studiati un totale di 51 effetti. Secondo i ricercatori, la probabilità che si verificasse era significativamente inferiore nei pazienti trattati con bloccanti del recettore dell’angiotensina. Elenchiamo i principali effetti collaterali rilevati in questa presentazione.

I bloccanti del recettore dell’angiotensina non sono statisticamente significativamente differenti nell’efficacia rispetto agli ACE-inibitori come trattamento di prima linea per l’ipertensione, ma hanno un profilo di sicurezza migliore. Questi risultati suggeriscono È meglio descrivere gli ARB Invece di un ACE inibitore quando si inizia il trattamento per l’ipertensione.

READ  Un nuovo target di trattamento per prevenire la progressione del tumore

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *