L’Italia torna in campo contro i Red Devils in un documentario sull’incoronazione degli Azzurri a Euro 2020: “Il Belgio è prevedibile”

Questo giovedì sera la Rai ha mandato in onda un documentario che ripercorre il cammino dell’Italia verso Euro 2020. E i Red Devils sono ovviamente citati lì.

VAinqueur di Euro 2020, l’Italia ha avuto diritto al suo documentario che ripercorre il suo viaggio durante il torneo. Troviamo quindi ogni passaggio lì per un’ora, fino all’incoronazione finale. Gli azzurri avevano affrontato i Red Devils nei quarti di finale (2-1) ed è quindi naturale che la squadra belga venga citata nel film.

Le prime parole iniziano in sala pesi, prima della sfida tra Belgio e Portogallo, agli ottavi di finale. L’Italia è quindi già qualificata ei giocatori discutono sul miglior avversario da affrontare nel turno successivo. Locatelli fa la domanda a Belotti che risponde: “Portogallo”. Acerbi poi grida “FALSO”, ridendo. Per Donnarumma “è lo stesso”.

Insignia poi aggiunge “Si difendono a 10”. Immobile replica che, in entrambi i casi, “si stanno difendendo tutti dietro”. E Insigne ha dettagliato il suo pensiero: “Ma il Belgio, ad esempio, puoi trovarli sbilanciati quando lanciano la palla a Lukaku. Puoi andare contro di essa. Poi interviene Verratti: “Il Belgio è più prevedibile”, ha sbottato prima che la striscia positiva ci portasse al discorso di Mancini prima della partita.

“De Bruyne manda la palla dove vuole”

Il tecnico italiano insiste sulla necessità di mantenere la calma con i suoi giocatori. “Silenzio e gioca come abbiamo sempre suonato”, dice con molta calma. “Sappiamo di trovarci di fronte a una squadra forte. Quindi difendiamo sempre insieme. “

Per l’allenatore, era soprattutto Kevin De Bruyne che doveva essere particolarmente seguito. “De Bruyne inizierà a dribblare perché è veloce, potente e tecnico. Quindi avvicinati abbastanza quando ha la palla e stringila, perché può mandarla dove vuole. Ovunque si trovi, può mandare la palla dove vuole. “

READ  Turchia-Italia e Djokovic-Nadal ottengono grandi ascolti in TV

Infine, Mancini conclude svelando che il gol dalla distanza di Insigne in questa partita era pianificato nella tattica. “Ma dobbiamo fare tutto questo come una squadra. Stiamo calmi, da lì ci danno i colpi (mostra la zona prima dell’area di rigore). Quindi, rimanendo calmi, ci prepariamo e possiamo sparare. “

Il documentario “Sogno azzurro” è visibile gratuitamente sul sito Rai, Qui.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.