L’Italia in Israele è dove i gusti si fondono

L’Italia in Israele è dove i gusti si fondono
Il leader Nir El-Kiam

Se stai cercando un ristorante a Gerusalemme che offra piatti preparati con ingredienti freschi e accessibili in un’atmosfera di eleganza casual, dove diversi gusti etnici interagiscono con l’italiano, Sofia è la risposta, offrendo una deliziosa esperienza culinaria e un menu unico. È tutto preparato dallo chef Nir El Kayam (nella foto), che ama particolarmente questo ristorante e dice che anche i commensali sono diversi.
17 06 Sofia F 2 Eleganza e comoditàÈ israeliano e ha studiato presso il prestigioso Palmyra Culinary Institute e ha perfezionato le sue abilità in Germania e Italia. Tre anni fa ha assunto la direzione del ristorante Sophia ed è l’executive chef dell’Inbal Hotel. Noi c06 17 Sofia F 3 Salmone su materassino di polentaDice che ormai solo i latticini all’italiana si fondono nel Mediterraneo con i suoi piatti che dialogano con le altre etnie orientali (ad esempio la sua pasta di lenticchie).
Anche se tra pochi mesi diventerà un ristorante barbecue, resterà comunque un elegante ristorante di carne.06 17 Sofia F4 Denise sul materasso melanzanaAffacciato sui verdeggianti giardini di Gan Hapaamon (Giardino delle Campane) e sulle mura della Città Vecchia, l’Hotel Taurante Sofia è un affascinante rifugio a Gerusalemme con uno straordinario talento nel fondere i sapori locali con autentici classici italiani.
Il dolce baklava rumeno è fatto con lasagne italiane, ma è fatto con pasta filo, o l’impasto popolare in Medio Oriente. Un piatto classico sarebbero le melanzane 17 06 Sofia F 5 senza KitovItaliano, qui viene preparato con vermicelli di cadif, un altro gusto preferito di questa regione. Le specialità gourmet sono tante ma tutte con un tocco confortante e delizioso.
L’offerta comprende una sofisticata selezione di zuppe, primi piatti e insalate preparate con ingredienti freschi locali e sapori decisi, oltre a un ricco menù di pesce tra cui filetti di salmone, orata, spigola e filetti di tonno rosso. ■

READ  Les Tontons flingueurs e l'Italia al cinema Les Ambiances di Clermont-Ferrand

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *