L’Italia dona 4,5 miliardi di franchi CFA per sviluppare i settori delle sementi nel bacino del fiume Senegal

(Agenzia Ecofin) – In molti paesi dell’Africa occidentale l’accesso a sementi di qualità rimane un vero problema. Con l’aumento dell’utilizzo della produzione agricola nei prossimi anni a fronte della crescente domanda, si moltiplicano le iniziative per raccogliere questa sfida.

Il 12 febbraio, l’Italia ha donato una busta di 4,5 miliardi di franchi CFA all’Organizzazione per lo sviluppo del fiume Senegal (OMVS) per finanziare il progetto a sostegno dello sviluppo dei settori sementieri nel suddetto bacino fluviale (PAFISEM). L’accordo è stato firmato dall’Alto Commissario di AARDO, Hamid Diani Simega, e Giovanni Umberto Di Vito, ambasciatore d’Italia in Senegal.

In concreto, PAFISEM mira a promuovere la produzione di sementi di alta qualità e la strutturazione del settore nei paesi che condividono il bacino, ovvero Senegal, Guinea, Mali e Mauritania.

Tra le misure previste dal progetto vi sono il sostegno ai movimenti degli agricoltori, in particolare le donne e le associazioni giovanili, e la fornitura di risorse tecniche ed economiche a beneficio delle comunità locali. Le aree di intervento sono le regioni di Kankan (Guinea), Trarza (Mauritania), Caes (Mali) e Saint Louis (Senegal).

«Con questo progetto intendiamo colmare le lacune critiche in termini di attrezzature, organizzazione e formazione. Ci consentirà di dare un contributo importante alla modernizzazione della nostra agricoltura, che è la pietra angolare per risolvere il problema dell’occupazione e dello sviluppo giovanile.», Si riferisce al Sig. Simiga.

«Questo progetto risponde alla necessità di produrre semi di ottima qualità e si baserà su un approccio di sviluppo locale che mira a garantire che i giovani e le donne che compongono la comunità locale siano responsabili dei loro progetti. Disse il signor de Vito.

In tutto, PAFISEM dovrebbe beneficiare direttamente le oltre 10.000 persone e indirettamente i 5 milioni di persone che vivono nel bacino del fiume Senegal. Come promemoria, il bacino del fiume Senegal si estende su un’area di oltre 330.500 chilometri quadrati.

Espoir Oludo

Leggi anche:

05/02/2021 – Il Senegal prevede di raccogliere 150.000 tonnellate di patate nel 2021

READ  La Tunisia decide di ricaricare i rifiuti italiani

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *