L’intelligenza artificiale scopre più di 300 nuovi pianeti nella nostra galassia

Potresti aver sentito parlare del telescopio spaziale Kepler. Gli dobbiamo la scoperta di migliaia di esopianeti anche se non è più tra i telescopi spaziali attivi dall’ottobre 2018, per mancanza di carburante. Sono stato nello spazio per quasi 10 anni da quando sono entrato in orbita.

Fino a poco tempo fa, gli scienziati contavano 4.569 pianeti nella nostra galassia. Il numero a cui si aggiungeranno 301 nuovi pianeti, scoperti non da un telescopio spaziale, ma da forme di intelligenza artificiale, che hanno scoperto l’esistenza di questi pianeti analizzando gli enormi dati che Keplero ha raccolto durante l’ultima parte della sua vita in orbita.

Crediti: Pixabay

In effetti, queste forme di intelligenza artificiale sono reti neurali profonde che utilizzano l’apprendimento automatico e sono state soprannominate ExoMiner.

Questa IA sarà più affidabile degli esperti umani

ExoMiner è una potente rete neurale profonda che alimenta il supercomputer della NASA in grado di rilevare veri esopianeti. Il Project Manager di ExoMiner, Hamid Valizadegan, ci assicura che “ Quando ExoMiner dice che qualcosa è un pianeta, puoi star certo che è un pianeta. È molto accurato e in qualche modo più affidabile degli esperti umani ».

In tutto, questa IA ha “verificato” 301 pianeti. Tuttavia, nessuno di questi nuovi pianeti assomiglierà alla Terra e si evolverà all’interno della zona abitabile della loro stella. Tuttavia, regolando l’intelligenza artificiale, i ricercatori possono utilizzare ExoMiner per analizzare i dati di altri telescopi.

READ  Cheating, con l'aiuto del machine learning, sta arrivando su console

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *