L’intelligenza artificiale diventerà presto cosciente: ecco come scoprirlo

L’intelligenza artificiale diventerà presto cosciente: ecco come scoprirlo

Come puoi sapere se un’intelligenza artificiale è cosciente? Per scoprirlo, un gruppo di 19 esperti ha creato una lista di controllo degli standard. Se un’intelligenza artificiale soddisfa tutte queste condizioni, può essere considerata una vera e propria entità…

Presto o tardi, L’intelligenza artificiale raggiungerà una forma di coscienza. In questo preciso momento, il nostro mondo non sarà più lo stesso.

da allora, L’IA verrà data di sua spontanea volontà E forse capiscono cose come umorismo o emozioni. Svilupperà la propria personalità e dovrà essere trattata con lo stesso rispetto di un essere umano.

Nostro rapporto con le macchine Saremo molto turbati, soprattutto se i robot umanoidi diventeranno più numerosi di noi… Possiamo persino aspettarci che l’intelligenza artificiale superi l’intelligenza umana o decida di ribellarsi ai suoi creatori.

La domanda che sorge spontanea è se In quale data raggiungeremo questa singolarità? Tecnologico, soprattutto Come fai a sapere che questo passo è stato compiuto? ?

già nel 2021, L’ingegnere Blake Lemoine Ha versato molto inchiostro affermando ciò L’intelligenza artificiale che stava testando aveva mostrato una qualche forma di coscienza. Dopo queste dichiarazioni, Google lo ha espulso e ha subito smentito.

nel 2022, Scienziato senior presso OpenAI Ilya Sutskiver ha anche twittato che alcuni dei sistemi di intelligenza artificiale più avanzati Forse ” poco cosciente ». Più recentemente, i ricercatori Microsoft lo hanno riferito GPT-4 visualizza “scintille” Intelligenza Generale Artificiale (AGI).

Forse tu stesso eri arrabbiato per questo Risposte sorprendentemente approfondite da ChatGPT Al punto da credere che l’intelligenza artificiale abbia una mente propria. Come possiamo essere sicuri?

Per rispondere a questa domanda a Un gruppo di 19 neuroscienziati, filosofi ed esperti Nel campo dell’informatica, hanno deciso di sviluppare un elenco di criteri che indicano che un’intelligenza artificiale ha un’alta probabilità di essere cosciente.

READ  Cos'è questa grande cavità scoperta nella Via Lattea?

Ma in realtà, cos’è la coscienza?

Sembra che prima di poter determinare se un’intelligenza artificiale è cosciente o meno necessario definire cosa sia la coscienza. Tuttavia, questo non è un compito facile.

Per questo progetto e ricercatori concentrarsi su Coscienza fenomenica » Si chiama anche esperienza soggettiva. Riguarda l’esperienza dell’essere e cosa vuol dire essere una persona, un animale o un sistema di intelligenza artificiale.

A Molte teorie basate sulle neuroscienze Tentativo di definire le basi biologiche della coscienza, ma non è stato ancora raggiunto alcun consenso.

Al fine di creare il proprio quadro, e Gli autori hanno utilizzato molte di queste teorie. L’idea è che se un sistema di intelligenza artificiale funziona in modo coerente con gli aspetti affrontati da molte di queste tesi, allora ci sono maggiori possibilità che sia cosciente.

Questo approccio è considerato Più importante che mettere semplicemente alla prova l’intelligenza artificiale comportamentismo. Per una buona ragione, i sistemi moderni sono diventati così bravi nell’imitare gli esseri umani che possono facilmente ingannarci…

Queste caratteristiche indicano che l’IA è diventata cosciente

Nello sviluppare l’elenco dei criteri, gli autori dello studio hanno ipotizzato che: La consapevolezza è legata al modo in cui l’intelligenza artificiale elabora le informazioni.

E questo, indipendentemente dal fatto che fosse fatto Neuroni artificiali, chip di computer o qualsiasi altra cosa. Questo approccio si chiama lavori informatici “.

Hanno anche ipotizzato che le teorie neuroscientifiche sulla coscienza fossero studiate attraverso scansioni cerebrali o in altro modo tecniche sull’uomo e sugli animaliPuò essere applicato anche all’intelligenza artificiale.

da li, Il team ha selezionato sei teorie E ha estratto un elenco di indicatori di consapevolezza.

Per esempio, Teoria dello spazio di lavoro globale Si suggerisce che gli esseri umani e gli animali utilizzino molti sistemi specializzati chiamati anche moduli per eseguire compiti cognitivi come vedere o udire.

READ  Xbox Series X/S supera le vendite della generazione precedente nella stessa fase

Queste unità operano in modo indipendente, ma in parallelo, e condividono le informazioni integrandole in un unico sistema. Pertanto, sulla base di questa teoria, è possibile valutare attraverso un esame se un’intelligenza artificiale è cosciente la sua struttura e il modo in cui le informazioni fluiscono attraverso di essa.

da parte sua, Teoria dell’elaborazione ripetuta Crede che la chiave della consapevolezza sia il passaggio delle informazioni attraverso cicli di feedback. Là teoria dell’ordine superiore Collega la consapevolezza al processo di rappresentazione e spiegazione dei segnali fondamentali ricevuti dai sensi.

Altre ipotesi ne confermano l’importanza Meccanismi che controllano l’attenzione o i bisogni del corpo In grado di ricevere feedback dal mondo esterno.

Nessuna IA attuale soddisfa tutti i criteri

Naturalmente gli autori lo ammettono Il loro studio è lungi dall’essere definitivo E vogliono che altri ricercatori li aiutino a migliorare la loro metodologia.

Tuttavia, può già essere applicato attuali standard di intelligenza artificiale. Per esempio, ChatGPT sembra essere già pieno Alcuni parametri della teoria dello spazio di lavoro globale.

I generatori di immagini come DALL-E 2 sono in grado di farlo Esprimi giudizi ed esplora le aree grigieCaselle di controllo della teoria dell’elaborazione frequente.

come quello, Google Palm E che riceve input dal sensore Vari robot corrispondono agli standard dell’incarnazione o addirittura dello spazio di lavoro.

READ  Call of Duty Black Ops 6 sta per battere tutti i record? E' sulla strada giusta!

A’Agente adattivo AdA di DeepMindche è stato addestrato a controllare l’avatar in uno spazio 3D simulato, si qualifica anche per queste caratteristiche nonostante non abbia sensori fisici grazie alla sua consapevolezza spaziale.

Tuttavia, Nessuna delle attuali intelligenze artificiali Sembra soddisfare più di una serie di criteri. Pertanto nessuna intelligenza artificiale può ancora essere considerata cosciente.

Una questione importante trascurata dai giganti dell’intelligenza artificiale

Secondo il coautore dello studio Robert Long, filosofo del Center for Artificial Intelligence Safety di San Francisco, “ Sembra che ci sia Una vera mancanza di discussioni dettagliatela consapevolezza dell’intelligenza artificiale sperimentale e ponderata “.

Lui pensa che ci sia Non si fanno abbastanza sforzi da parte delle aziende Costruisci sistemi di intelligenza artificiale avanzati per valutare il loro livello di consapevolezza e prevedere cosa fare se ciò accade.

Questo, però Se ascolti Dichiarazioni dei direttori dei maggiori laboratoriDicono che la consapevolezza dell’IA è qualcosa a cui stanno pensando “.

In un’intervista alla rivista Nature. portavoce di Microsoft Spiega che il lavoro dell’azienda nel campo dell’intelligenza artificiale è focalizzato sull’aiuto responsabile alla produttività umana piuttosto che sulla replica dell’intelligenza umana.

Tuttavia, agli occhi di questi specialisti, scoprire la coscienza dell’IA potrebbe essere un fallimento Importanti implicazioni etiche. Secondo Megan Peters, neuroscienziata dell’Università della California, Ciò cambierebbe tutto ciò che riguarda il modo in cui noi umani riteniamo che questa entità debba essere trattata »…

A maggiori informazioniVedi lo studio di 120 pagine pubblicato in arXiv a questo indirizzo In attesa di valutazione da parte di altri ricercatori!

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *