L’intelligenza artificiale al servizio della medicina: l’ictus

Pubblicato il 30 dicembre 2022




per me
+

Il termine intelligenza artificiale è definito come segue da Larousse:

Un insieme di teorie e tecniche messe in atto con l’obiettivo di produrre macchine in grado di simulare l’intelligenza umana. »

Come spiega Luke Julia nel suo libro, L’intelligenza artificiale non esisteQuindi dovremmo parlare invece di intelligenza aumentata, ma sarà meno trendy e meno venduta.

Il fatto è che questa simulazione diintelligenza umanasenza il quale semplicemente non esisterebbe, potrebbe già fornire e fornire servizi di segnalazione, soprattutto in medicina, per l’ictus.

Ictus o ictus è una delle principali cause di morte e disabilità. È un vero flagello, tipo Ministero della Salute e della Solidarietà :

Ogni anno 150.000 persone hanno un ictus, più di 110.000 vengono ricoverate in ospedale e 30.000 muoiono. Questa malattia rappresenta la prima causa nazionale di disabilità acquisita negli adulti: più di 500.000 francesi vivono con postumi. È anche la terza causa di morte negli uomini e la seconda nelle donne dopo il cancro e l’infarto del miocardio. »

Pertanto accogliamo con favore qualsiasi progresso nella prevenzione e nella diagnosi. in Inghilterra, Inc., Prinomicaun ramo dell’Università di Oxford, ha sviluppato il software Dedicato.

questo programma colpo elettronico Permette, dall’esame di immagini del cervello (scanner), a più pazienti di beneficiare del giusto trattamento, nel posto giusto e al momento giusto.

il Ministero della Salute britannico Ci sono 85.000 colpi all’anno Inghilterra Ha fatto due annunci incoraggianti sull’uso di questo software nel Regno Unito il 27 dicembre 2022:

Ridurre il tempo medio necessario per interpretare le immagini cerebrali da 140 minuti a 79 minuti, e la velocità di intervento è il fattore decisivo per evitare o minimizzare le conseguenze;

READ  Monkeypox: un caso in un asilo nido nel Bernese

– L’aumento per 111.000 pazienti con sintomi di ictus (disturbi dell’equilibrio, forte cefalea, visione doppia), nel tasso di miglioramento o nullità per disabilità, dal 16% al 48%.

In Francia, l’azienda Colpo di intelligenza artificiale Con sede a Birolles nell’Hérault, registrata il 1 gennaio 2022, deve presentare durante l’anno 2023, cioè domani, la sua soluzione a questa condizione patologica.

Così la cosiddetta intelligenza artificiale è motivo di speranza negli uomini, non un insulto a tutti coloro che ideologicamente si oppongono al progresso tecnico o denunciano ogni umanesimo.

In rete

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.