L’importanza della “squadra invisibile” | LesAffaires.com

Coloro che condividono la vita di un imprenditore hanno un ruolo enorme nel suo successo. (Foto: 123RF)

blog degli ospiti. Il 17 maggio 1941 nacque il primo in un piccolissimo paesino della Borgogna. Erano passati 43 anni, cioè esattamente 15.706 giorni dopo, quando il secondo venne al mondo in Quebec. Oltre a condividere lo stesso Natale, questi due non erano a conoscenza dell’esistenza l’uno dell’altro fino a quel giorno, circa quindici anni fa, quando Caro, la mia attuale moglie, fu presentata a Louis, mio ​​padre.

Senza saperlo, avrebbero avuto un ruolo cruciale nella mia vita. Non mi riferisco qui al dovere dei genitori, o alle relazioni sentimentali, o ai consiglieri stretti che mi aiutano a prendere decisioni importanti, sottolineo qui purtroppo il ruolo che spesso è nascosto nell’ombra di tutti coloro che condividono la vita di un uomo d’affari con Me.

In effetti, voglio approfittare di questo giorno molto speciale, dopotutto, sono i compleanni dei miei genitori e di mia moglie, per mettere in risalto quei partner ombra senza i quali, prima, semplicemente non avrei portato il mio lavoro sul palco. è oggi.

È ingrato. Nella vittoria, come nella sconfitta, purtroppo, spesso tutti gli occhi sono fissi su una sola persona, quando Dio sa che la realtà è ben diversa.

Non mi ero mai reso conto di quanto fosse importante il “Team invisibile” prima di metterci al lavoro. Da parte mia, mi considero fortunato ad avere così tanti membri del team che hanno creduto in me sin dal mio primo giorno di lavoro.

Pochi sono quelli che si gettano nel vuoto e che, ad occhi chiusi, possono fidarsi del futuro grazie alle persone che li circondano. A dire il vero, all’inizio della mia avventura imprenditoriale, avevo più fiducia nella mia squadra che in me stesso. Che fosse il consiglio e il sostegno di mia sorella, di mia madre, di mio suocero, di mio padre o dei Karoo, grazie alla loro presenza, al mio fianco, mi sono sentito meno solo e più forte. Per affrontare le mille sfide della vita quotidiana.

READ  Mantenimento del Fondo di solidarietà a giugno: "Questo è un grande impulso", Restaurant Trust

Anche questi “soldati” ombra meritano il loro posto quando i riflettori sono puntati sui nostri successi. Ecco perché oggi condivido con voi la loro storia.

Un neolaureato alla Dijon Business School e dopo aver appena terminato il servizio militare, le sue tasche sono vuote, ma la testa piena di idee è che mio padre è emigrato in Quebec nel bel mezzo della Rivoluzione Tranquilla. Dal lavoro singolo al lavoro da single, l’obiettivo era semplice: costruire una nuova vita da questa parte dell’oceano.

Da parte sua, Karo ha lasciato il nido di famiglia nella sua adolescenza per iniziare una carriera di modella che l’ha portata negli anni in Giappone e in Italia e ad apparire nelle più grandi “sfilate di moda” del mondo della moda. Doveva avvicinarsi alla sua famiglia e approfondire il suo amore e la conoscenza del mondo della ristorazione a cui ha deciso di tornare per stabilirsi a Montreal.

Senza saperlo, condividevano la stessa vita. Che si tratti di saltare nel vuoto lasciando il proprio paese d’origine per tentare la fortuna in un altro paese, preferendo i rischi dell’ignoto piuttosto che accontentarsi della vita quotidiana e del lavoro interminabile, per anni, per raggiungere i propri obiettivi. Le loro tracce e i loro preziosi consigli mi ispirano ogni giorno e mi rendono sicuramente un imprenditore migliore.

Oggi ho la fortuna di essere circondato da una grande squadra in ufficio, ma anche da questo “team invisibile” che mi aiuta altrettanto, ma in modo diverso.

Per i futuri imprenditori, spero che ti rendi conto di quanto siano importanti queste persone per te e la tua attività. Agli imprenditori che sono già in attività, vorrei che prendeste il tempo per ringraziare queste persone intorno a voi. A Karo e Louis dico grazie mille e soprattutto vi auguro un Buon Natale!

READ  Dopo 200 anni, partì in Colombia

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.