Leonardo svela il rovescio della medaglia dell’arrivo di Messi e Donnarumma

Leonardo, direttore sportivo del PSG, è tornato sabato, durante una festa dello sport organizzata in Italia, firmata da Gianluigi Donnarumma e Lionel Messi. Ha spiegato in particolare che la sua società non ha nulla di cui vergognarsi per l’arrivo del portiere italiano contro il Milan.

Gianluigi Donnarumma, Sergio Ramos e Lionel Messi. Ma anche Nuno Mendes, Achraf Hakimi e Georginio Wijnaldum. Equipaggio a cinque stelle. Sempre ambizioso e determinato a vincere (finalmente) la Champions League, che è il grande sogno dei suoi dirigenti, il Paris Saint-Germain potrebbe aver gestito il periodo di trasferimento più bello della storia del calcio quest’estate. Sabato sono stata invitata sul palco del festival sportivo che organizza Gazzetta dello sport A Trento, nel nord Italia, Leonardo ha rivelato i lati inferiori di due di questi arrivi. Il ds parigino ha inizialmente confermato che la sua società non ha nulla di cui vergognarsi nei confronti di Donnarumma, reclutato a titolo gratuito dal Milan.

>> Informazioni sulla finestra di trasferimento in tempo reale

Messi era “convinto” a continuare al Barcellona

“Non è mai stato contattato fino a giugno. Prima di allora, il Milan aveva annunciato ad aprile che non avrebbe esteso e che sarebbe arrivato Mike Minan. A quel punto Donnarumma era ufficialmente un giocatore libero. È andato in un’altra squadra. Penso che deciso di non continuare al Milan”, ha detto Leonardo. Tornò anche all’inaspettato acquisto di Messi, raggiunto nel giro di pochi giorni, quando l’argentino si rese conto che il Barcellona non sarebbe stato in grado di prorogarlo a causa del disastroso stato delle sue finanze.

“Era convinto di restare al Barcellona. Abbiamo avuto contatti prima, abbiamo parlato. Abbiamo gettato le basi per uno scambio, l’abbiamo messo in una posizione più facile quando il Barcellona ha annunciato che non sarebbe rimasto e lui ha salutato. Da lì, è tutto è cominciato, è stato bellissimo. È stata la sua mossa. La prima, una sorpresa per tutti. Averlo con Mbappé e Neymar è fantastico. Se funziona, sarà qualcosa di meraviglioso e forse come nessun altro “, ha detto Leonardo, che innamorato presto. Con una palla d’oro sei volte.

READ  Ciclismo. Il team Vini Zabu rinuncia all'ingaggio a causa di casi di doping. sport

Ha detto: “Ha un silenzio commovente, parla poco ma saluta tutti. È qualcuno che rispettiamo dal primo momento”. Ma chi non ha ancora segnato nel campionato francese. Ha taciuto contro Reims, Lione e Rennes, ma Messi ha segnato contro il Manchester City in Champions League.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *