L’eccedenza commerciale è diminuita ad agosto

Milano (awp/afp) – L’avanzo commerciale dell’Italia è sceso ad agosto su base annua a 1,31 miliardi di euro, nonostante un forte aumento delle esportazioni, secondo l’Istituto nazionale di statistica (Istat). Ad agosto 2020, la terza economia dell’Eurozona ha registrato un avanzo commerciale di 3,92 miliardi di euro.

Se le esportazioni sono aumentate del 17,8% ad agosto nell’arco di un anno, l’aumento delle importazioni è stato molto più forte, con un aumento del 31,7%. L’aumento delle esportazioni è stato particolarmente evidente per i metalli di base e i prodotti minerari (+29,3%), macchinari e attrezzature (+13,5%), prodotti petroliferi raffinati (+89%), prodotti chimici (+28,2%), prodotti alimentari, bevande e tabacco (+16,6%).

Tra i paesi che hanno maggiormente contribuito all’aumento delle esportazioni in un anno vi sono Germania (+18%), Stati Uniti (+16,9%), Francia (+11,7%) e Belgio (+30,9%). Il buon andamento delle spedizioni arriva grazie ad un netto miglioramento dell’economia italiana, che dovrebbe crescere del 6% quest’anno, secondo le ultime previsioni del governo italiano.

Un segnale di miglioramento, la produzione industriale ad aprile è tornata ai livelli pre-coronavirus. L’indice di fiducia delle imprese a luglio ha raggiunto il livello più alto dall’inizio del censimento nel 2005 e l’indice dei consumatori a settembre ha raggiunto un livello record dall’inizio del censimento nel 1998.

afp / vj

READ  elezioni. I venti del cambiamento soffiano sulla Bulgaria - EURACTIV.com

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *