Le ragazze dovrebbero essere esposte alla bandiera

In risposta al testo di Marie-Yves Moras, “Una classe per ragazzi, una classe per ragazze”, pubblicato il 24 settembre. La lettera è indirizzata al ministro dell’Istruzione e dell’Istruzione superiore, Jean-Francois Robberg.


Chantal SorelChantal Sorel
Architetto e altri 42 siti *

Molti di noi hanno reagito con forza all’articolo “Una classe per ragazzi, una classe per ragazze”. Sebbene riconosciamo che la segregazione di genere a volte può avvantaggiare alcuni giovani utilizzando metodi di insegnamento diversi che sono più adatti alle loro realtà e idiosincrasie, il fatto che vengano offerti programmi di studio differenziati per genere è del tutto inaccettabile nel 2019.

L’UNESCO sta rendendo l’istruzione STEM una priorità in modo che le ragazze oggi abbiano le stesse opportunità dei ragazzi nel suo rapporto. Decodifica: educare ragazze e donne in scienza, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM) E citiamo:

“Molte ragazze e donne affrontano preconcetti, norme e aspettative sociali che influenzano la qualità della loro istruzione e dei materiali che studiano. Sono particolarmente sottorappresentate nelle discipline scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche (STEM) e quindi in scienza, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM) “.

“Solo il 35% delle ragazze di tutto il mondo studia materie STEM a livello di istruzione superiore e ci sono lacune all’interno di ciascuna disciplina. Ad esempio, solo il 3% delle studentesse dell’istruzione superiore sceglie di studiare nel campo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Questa disparità è considerata “Il genere è più preoccupante in quanto i lavori in scienza, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM) sono spesso indicati come i lavori del futuro, il motore dell’innovazione, del benessere sociale, della crescita inclusiva e dello sviluppo sostenibile. “

READ  Venerdì 16 luglio 2021: Aggiornamento sulla situazione del COVID19 a cura di ARS

È chiaro che le ragazze devono essere esposte alle major STEM sin dalla tenera età per aumentare la loro presenza negli studi e nelle carriere STEM dove sono sottorappresentate, ma dove molte donne pioniere del Quebec hanno aperto la strada, tra cui Julie Payette, Sophie Brochow, Jacinth Cotet , Michel Tipo DeGuire e Gina Cody, solo per citarne alcuni.

Ci opponiamo quindi con forza a questo precedente e sollecitiamo la scuola Cheval Blanc a riconsiderare la sua posizione. Chiediamo inoltre al Parlamento e al Ministero dell’Istruzione e dell’Istruzione Superiore di lavorare per garantire che questo tipo di situazione non si ripeta, né attraverso politiche chiare nel sistema educativo o attraverso l’attuazione di progetti e politiche per promuovere la scienza, la tecnologia, l’ingegneria. e l’educazione matematica.

Leggi “Capitolo per ragazzi, Capitolo per ragazze”

I firmatari: Christian Bergevin, Presidente, Bergfen Capital. Anne Bruton, studentessa di matematica applicata e ingegneria informatica della Queen’s University; Gabriel Bran Lopez, presidente fondatore di Fusion Jeunesse e cofondatore di Robotique FIRST Québec; Marietta Cavazo, studentessa di ingegneria biomedica della Queen’s University; Omaima Chitou, studentessa di medicina presso l’Università di Montreal. Cosmina Dabula, studentessa di scienze biofarmaceutiche all’Università di Montreal; Gladys Daoud, presidente di Ton Avenir en main; Florence Delaby, Direttore del programma Nicholas Delaby, Senior Programme e Portfolio Manager; Helena de Oliveira, consulente senior, Deloitte; Melissa De Marco, Vice President, Accuracy; Marie-Claude Dumas, ingegnere; Josée Ethier, ingegnere, project manager; Stephane Forge, Presidente e CEO della Federazione delle Camere di Commercio del Quebec; Julie Fournier, Brand Leader e team di comunicazione e marketing del Canada orientale, EY; Louise Fournier, direttore generale, PMI-Montreal; Claude Gagnon, Presidente, BMO Financial Group, Quebec; Carolina Gallo, presidente del Forum internazionale delle donne di Montreal e vicepresidente del governo e delle relazioni industriali presso ABB; Jean-Pierre Girard, ingegnere, responsabile delle soluzioni Hexacode; Celine Herefux Payette, ex leader dell’opposizione al Senato e membro del Consiglio privato; Anne Marie Hubert, Managing Partner del Canada orientale presso EY; Nicole Caps è una studentessa di ingegneria chimica alla Queen’s University. Frank Colmar, Presidente e CEO di L’Oréal Canada; Peter Kruitt, presidente, MUHC; Brigitte Langevin, Direttore delle finanze, BRIO Conseils; Alan Lavoy, Presidente di Microsoft Corporation. Kathleen Low, dottoranda universitaria in farmacia dell’Università di Montreal; Lynn Lorraine, architetto; Francoise Lyon, Presidente e Senior Partner di DGC Capital; Dominica Maciosia, Vicepresidente senior, Servizio clienti e vendite operative, Bill; Yannis Mallat, CEO, Ubisoft Canadian Studios; Olivier Marcel, Vicepresidente delle relazioni esterne, Bombardier Inc. Estelle Metayer, Presidente e Fondatrice di Competia e Assistant Professor presso la McGill University; Andrew Moffat, studente di ingegneria meccanica e fisica alla Queen’s University; Valerie Pisanu, Presidente e CEO di MELA; Bernard Buliken, presidente del comitato consultivo per il decano della scuola di scienze agrarie e ambientali presso la McGill University; Veronique Prolux, Presidente e CEO di Quebec Manufacturers and Exporters; Nancy Rancourt, ingegnere e presidente di Girls and Science, Hot Couple! ; Annie Ross, Professore di Politecnico, Montreal; Louise Roy, Rettore Onorario dell’Università di Montreal e Presidente di CIRANO; Eric Ryan, Vicepresidente esecutivo del marketing, della strategia e delle relazioni esterne presso SNC-Lavalin; Rosanne Sorrell Souza, studentessa di ingegneria chimica alla Queen’s University; Sandy Taylor, Chief Nuclear Officer di SNC-Lavalin; Annick Trudel, avvocato e CEO di Lavery; Shi Jia Wang è uno studente di dottorato universitario in farmacia presso l’Università di Montreal

READ  Che fine ha fatto l'iceberg più grande del mondo?

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *