Le prime galassie massicce hanno improvvisamente smesso di produrre stelle

Hanno bruciato le candele della loro vita da entrambi i lati e poi sono “morti” giovani. Queste sono sei galassie antiche e massicce che gli astronomi descrivono oggi. Hanno fatto un sacco di stelle in un breve periodo di tempo. Poi il carburante è finito. Dovevano correre a vuoto.

Sarai interessato anche a te


[EN VIDÉO] La radioastronomia sorprende le galassie lontane che danno vita alle stelle
Grazie all’International Low Frequency Array (LOFAR), una vasta rete di 70.000 radiotelescopi sparsi in tutta Europa, gli astronomi hanno ottenuto immagini mozzafiato della giovinezza del nostro universo. Decine di migliaia di galassie sono state catturate mentre formavano le stelle. Questo video suggerisce di sorvolare una parte del cielo che è stata studiata. © Jurgen de Jong, Università di Leida

Anche oggi il nostro mondo è fatto stelle Quotidiano. Ma quando aveva solo tre miliardi di anni – l’equivalente del 20% della sua età attuale – ha vissuto il periodo più prolifico del mondo. Cosa tutta la sua storia. Tuttavia, invertendo un file Il telescopio spaziale di Hubble (NASA) e alma, l’Atacama Large Millimeter/Meter Antenna Array, per oggetti risalenti a questo periodo, ricercatori Ho appena fatto una scoperta incredibile. Sei galassie massicce non hanno l’idrogeno necessario per formare le stelle.

“Pensavamo che a quel tempo tutte le galassie formassero molte stelle. Le più grandi galassie antiche dell’universo sono state fatte per rallentare il loro tasso di formazione stellare dopo solo pochi miliardi di anni. la grande esplosione. Ma il nostro lavoro mostra che, in effetti, queste galassie non hanno davvero rallentato. Hanno letteralmente lavorato a vuoto”.Kate Whitaker, un’astronoma dell’Università del Massachusetts (Stati Uniti), ha detto in un comunicato stampa.

READ  I Voce Ventu hanno rivelato il loro ultimo album

È stata una combinazione di tecniche di osservazione che ha permesso ai ricercatori di fare la scoperta. con il Il telescopio spaziale di HubbleSono stati in grado di localizzare le stelle nelle galassie e quindi in luoghi formazione stellare Vecchio. Insieme ad ALMA, siamo stati in grado di rilevare tracce di idrogeno freddo che indicano dove potrebbero formarsi le stelle in futuro. Infine, grazie all’effetto di inversione gravitazionale prodotto dai massicci ammassi di galassie in primo piano che fornisce una luce gonfio in tutto lunghezze d’onda e uno Precisione Uno spazio come nessun altro, sono stati in grado di studiare i dettagli di queste sei misteriose galassie.

Galassie carenti di idrogeno

“Le galassie che non fanno uscire molte stelle molto velocemente e per noi sono difficili da osservare. L’effetto della lente gravitazionale ci permette comunque di studiarle”Justin Spilker, ricercatore presso l’Università del Texas (USA). Per capire che queste sei galassie non hanno smesso di formare stelle dopo un’improvvisa inefficienza nella conversione dell’idrogeno. È perché i serbatoi sono esauriti Gas il freddo.

Come faccio ? Il Scienziati di astronomia Lo ignori ancora. forse a causa dienergia iniettalo buchi neri supermassiccio, che ha innalzato la temperatura di tutti i gas in queste galassie. Forse anche perché la fornitura di gas freddo a queste galassie è stata improvvisamente interrotta. Ma comunque, queste sei galassie sembrano incapaci di riempire i loro serbatoi di carburante, e quindi non sono in grado di riavviare il motore di creazione delle stelle.

C’è ancora molto da imparare…

“Abbiamo ancora molto da imparare sul perché le galassie più massicce si siano formate così presto nell’universo e perché abbiano interrotto la loro formazione stellare quando prima avevano così tanto gas freddo.Kate Whitaker ha spiegato. Il semplice fatto che questi enormi mostri nell’universo abbiano formato 100 miliardi di stelle in appena un miliardo di anni e poi abbiano improvvisamente interrotto la loro formazione stellare è un mistero che tutti vorremmo risolvere e qui abbiamo il nostro primo indizio.

Ti interessa quello che hai appena letto?

READ  Cyberpunk 2077: CD Projekt Red Responds to Reporting Demo Issues and Fake E3 Evolution

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *