LE CREUSOT / TORCY: Prossimamente il 7° Incontro sulla Diversità

Giovedì inizieranno a proiettare il film “Faces of Victory”.

Giovedì 25 novembre alle 20:30 verrà proiettato al C2 di Torcy, “Faces of Victory” di Léis Buchéten. Il padre del regista ha lavorato “in fabbrica” ​​a Gueugnon e il suo documentario ha guadagnato il sostegno della regione. La presentazione è seguita da una discussione con il pubblico.

Lys Buchetten, sei nata in Saône-et-Loire e hai trascorso la tua infanzia a Gueugnon. Rimani attaccato ai tuoi beni?
“Certo, sono ancora legato alle mie radici borgognone. Più in generale alle mie origini provinciali e umili. Ho avuto l’opportunità di crescere in un piccolo paese operaio, a Gueugnon, dove molti bambini di origini diverse giocavano e studiavano insieme con persone provenienti da Polonia, Portogallo, Maghreb, Italia e Spagna. …i miei amici si chiamavano Mayurzyk, Ferreira, Bunship, Deblanche… La società di oggi è molto meno mista, e basta. Mi sembra, una delle cause di tanti problemi…”

Cosa ti ha fatto interessare a queste donne immigrate degli anni ’50 o ’60, che erano comunque molto conservatrici?
“Se volessi fare questo film, dovrei innanzitutto ringraziare queste donne, madri comprese, per aver avuto la forza di affrontare le difficoltà della loro vita e, spesso, i loro mariti., che sono loro stesse. Spesso sono disprezzate. È è un omaggio alla loro dedizione sempre Quasi per i loro figli. È un film che parla dell’ammirazione che si può avere di fronte alla forza e alla resilienza di queste donne, spesso sposate contro la loro volontà, che sono state inavvertitamente costrette ad emigrare, ma a differenza queste donne, che sono venute durante il boom del dopoguerra, questo Il film parla di questa potenza femminile globale e l’ha tramandato alle generazioni attuali.
Parlando di queste donne, questo film parla della nostra storia condivisa, non importa chi siamo e da dove veniamo…”

READ  "Fighting", "Shame", "Exciting Fight": la rissa tra Lukaku e Ibrahimovic accende il pianeta del calcio

Forse una parola o due sul tuo viaggio?
Per quanto riguarda il mio background, sono un regista dal 1995, dirigendo lungometraggi, spot pubblicitari, cortometraggi e lungometraggi, e attualmente sto lavorando a un lungometraggio. Certamente, altri progetti documentari.


You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *