L’astro nascente del tennis italiano ha radici ebraiche argentine

GTA – Questa settimana Camila Giorgi ha vinto il National Bank Open, il torneo di tennis più prestigioso del Canada, ed è stata una pietra miliare per due motivi.

Innanzitutto, questo è il primo titolo importante della 29enne, e una grande sorpresa: si è classificata 71esima al mondo prima di battere Karolina Pliskova (6) in finale.

In secondo luogo, Giorgi è diventato il primo giocatore ebreo a vincere l’evento in 56 anni da quando l’americana Julie Heldman ha vinto quello che allora era chiamato Canadian Open nel 1965. Fondato nel 1881, il Canadian Open è il secondo torneo di tennis più antico dopo Wimbledon.

Ricevi gratuitamente la nostra copia quotidiana via e-mail per non perderti le migliori novità!Registrazione gratuita!

Anche Giorgi è rimasto sorpreso dal suo successo.

“Credo di non aver avuto la possibilità [de gagner le tournoi] Negli ultimi anni”, ha detto alla Jewish Telegraph Agency in un inglese stentato dopo la partita.

Per anni sono circolate voci che Giorgi potesse essere ebrea e che stesse considerando di ottenere la cittadinanza israeliana per giocare con la nazionale del paese nella Fed Cup, il torneo della Coppa del Mondo. Ha confermato a JTA che i suoi genitori, argentini immigrati in Italia, erano ebrei. Inoltre, il suo libro preferito è Il diario di Anna Frank.

L’italiana Camila Giorgi gioca contro Karolina Mochova della Repubblica Ceca in una partita del secondo turno del singolare femminile nel quarto turno dei Wimbledon Tennis Championships a Londra il 1 luglio 2021 (Adam Davy/Pool via AP)

“Il libro mi ha commosso perché sono ebrea, ma anche perché era una brava persona e vedeva il buono nelle persone”, ha detto Giorgi a JTA.

READ  Neuville e… Gilsoul a Sanremo, dieci anni dopo

Sebbene non avesse visto Giorgi vincere il National Bank Open in TV, Heldman ha detto che conosceva l’italiano e la sua ebraicità ed era “felice” quando ha saputo della sua vittoria.

“Questo risultato è una testimonianza non solo della forza di volontà e del talento di Giorgi, ma anche della popolarità del tennis in tutto il mondo e nella diaspora ebraica”, ha detto dalla nascita Heldman, 75 anni, nonna. .

Aggiunto l’ex campione, che si è classificato quinto al mondo nel 1969 e il mese scorso è stato inserito nella International Tennis Hall of Fame.

Il titolo National Bank Open ha permesso a Giorgi di raggiungere la 34esima posizione nel mondo e continuare la sua striscia vincente: ha vinto 16 delle 20 partite giocate dal Roland Garros a fine maggio, e ha raggiunto i quarti di finale per l’Italia al Tokyo Olimpiadi all’inizio di questo mese.

Giorgi attribuisce il suo successo a suo padre, Sergio, che ha combattuto nella guerra delle Falkland in Argentina nel 1982 ed è stato il suo allenatore da quando ha iniziato a occuparsi di racchetta all’età di cinque anni.

Julie Heldman, tennista americana, a Wimbledon, luglio 1971. (Foto AP)

La squadra di padre e figlia è una delle tante squadre di successo nel tennis professionistico. La defunta madre di Julie Heldman, Gladys, era un’icona a sé stante: ha fondato la rivista mondo del tennis Ha contribuito a lanciare l’anello femminile negli anni ’70.

Claudia e Sergio Giorgi sono emigrati in Italia da La Plata, in Argentina, prima che Camila nascesse nel 1991. La giovane Camila ha ricevuto lezioni dall’età di 5 anni e ha vinto diversi campionati junior. All’età di nove anni, le è stata assegnata una borsa di studio per il tennis dal famoso allenatore Nick Bollettieri e ha vinto diversi altri eventi junior.

READ  Calcio - Copa del Rey: i nostri pronostici per la partita Levante-Athletic Bilbao

Mentre Giorgi è salita in classifica nel corso degli anni, è stata selezionata per la squadra italiana di FA Cup. Tuttavia, nel 2012, Giorgi non era ad un livello abbastanza alto per entrare nella squadra, e i suoi genitori sono stati attirati dai funzionari israeliani, vedendo Giorgi al secondo posto dietro Shahar Peer, secondo Raphael Giller di Israel Sports Radio. Alla fine, Giorgi ha deciso di competere per l’Italia e dal 2014 gioca nella Fed Cup per il suo paese d’origine.

Oltre a vincere il National Bank Open, Giorgi ha battuto diversi giocatori numero uno nella sua carriera, tra cui le ex star Victoria Azarenka, Maria Sharapova e Caroline Wozniacki. Giorgi ha raggiunto i quarti di finale a Wimbledon nel 2018, perdendo contro Serena Williams.

Cindy Schmerler, giornalista di Il New York Times ed ex caporedattore di mondo del tennis.

Fuori dal campo, Giorgi attribuisce a sua madre – che disegna i suoi vestiti per il campo – il merito di averle dato un gusto per l’arte e altre cose a cui poteva rivolgersi lontano dal mondo estenuante degli sport professionistici. Con quasi mezzo milione di follower, la star del tennis è diventata anche una modella di Instagram.

“Amo la mia vita. Voglio giocare bene nel tennis, ma il tennis è solo il mio lavoro – ha detto Giorgi -. Alla fine, so che la mia famiglia mi ama e amo l’arte, i musei e lo shopping, quindi la mia vita è equilibrata. . “

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *