Largo all’aperitivo!

Questo testo fa parte del libro speciale Plaisirs

Se vuoi partecipare alaperitivo come dovrebbe essere, dimentica il tuo fitto programma di fine giornata. Questo rituale essenziale di dolce Vita L’italiano, che sta guadagnando popolarità in Quebec, richiede tempo. Ma cos’è “l’arte diaperitivo »? Da dove viene ? E come adattarlo al Quebec?

Se credi alaperitivo è solo una semplice traduzione italiana da 5 a 7, ripensaci! Questi due sono davvero distinti, e la differenza principale sta in un desiderio epicurea. Il 5 a 7, direttamente dagli Stati Uniti e ispirato da aperitivo, incoraggia la quantità con le offerte due per uno. Da parte sua, ilaperitivo, che si svolge dalle 17:00 alle 21:00, punta alla qualità piuttosto che alla quantità. Lungi dal voler sostituire il pasto serale, cerchiamo piuttosto di stuzzicare l’appetito per gustarlo più pienamente quando sarà il momento.

La piccola storia dell’aperitivo

Tracciare gli inizi di quest’arte di vivere non è cosa da poco, ma siamo d’accordo sulle origini romane del suo antenato, il gusto, risalente all’antichità. Solo i romani più facoltosi potevano approfittare del gusto. Questo momento prima della cena era riservato alla degustazione degli antipasti e al consumo del vino al miele.

l’aperitivo come lo conosciamo oggi, cioè accessibile a tutti, verrebbe piuttosto da Torino, Italia. Questa sarebbe la cultura del caffè del 19° secoloe secolo che l’ha generato. Accogliendo la loro clientela nel pomeriggio e la sera, i caffè avrebbero iniziato a servire cibo poiché era disapprovato bere alcolici senza mangiare.

Gli storici potrebbero non essere in grado di concordare una data precisa per la sua democratizzazione, ma molti sembrano pensare che la creazione del vermouth abbia qualcosa a che fare con esso. Una cosa è certa, gli italiani, anche oggi, ne approfittanoaperitivo quotidiano.

READ  GSE e Goodman costruiscono il magazzino dell'ultimo miglio in Italia

modo di mangiare, modo di pensare

Per Mario D’Amico, fondatore di Spiritueux d’Iberville, i cui prodotti come Amermelade si ispirano ai classici italiani, non c’è da stupirsi che la crescente popolarità diaperitivo nella bella provincia.

“Qui abbiamo già fatto il 5 a 7, giovedì, l’aperitivo. È una cultura che fa parte del Quebec! Negli ultimi dieci anni, il numero di turisti del Quebec in Italia è aumentato e possiamo sentire le ripercussioni nelle nostre abitudini culinarie”, spiega.

Per gli Italo-Quebecois, l’artaperitivo risiede nello spirito che accompagna il momento.

” Nessuno aperitivo non è lo stesso da una famiglia all’altra, da una regione all’altra. Per avere successo in questo rituale, vai con quello che hai a portata di mano. L’idea è soprattutto quella di prendersi il tempo per condividere un buon momento, sottolinea. Prendi ilaperitivo implica che mangeremo 30 minuti più tardi del solito, ma chi se ne frega? Vogliamo bere qualcosa di delizioso, leggermente amaro per stuzzicare l’appetito, e lo accompagniamo con cose da sgranocchiare. »

Concorda anche la conduttrice Josée di Stasio, che ha radici italiane e che non nasconde il suo amore per la cucina italiana:aperitivo si adatta alla persona che lo prepara. “Devi solo goderti la vita, goderti il ​​momento! Fa parte della filosofia italiana dire “ci sistemiamo e celebriamo la felicità”. È un momento magico che segna la fine della giornata lavorativa. »

Tutte le strade portano all’aperitivo…

sebbene ilaperitivo varia da una città all’altra, alcuni classici ci permettono tuttavia di onorare le origini italiane di questo rito culinario.

READ  Italia | Berlusconi “riconnette” Putin e attacca Zelensky

“Gli italiani mangiano sempre quando bevono, quindi è normale che ilaperitivo sia servito con un piatto di olive, patatine o Taralli [des petits biscuits salés en forme de bagel], spiega Josée di Stasio. Alcuni locali più eleganti offrono spuntini fatti in casa come i crostini, o anche piccole tartine chiamate cicchetti. Nei calici troviamo spesso un prosecco, uno spritz [un cocktail à base de prosecco, d’amer et d’eau gazéifiée], una birra, o un cocktail amaro come il negroni o qualsiasi altra ricetta a base di vermouth. »

Ci sono anche opzioni per coloro che non desiderano bere alcolici. Ad esempio il Crodino, aperitivo e amaro analcolico. È anche una piacevole opzione condividere questo momento con i bambini!

… in Quebec

Per adattarsi all’arte diaperitivo prodotti freschi dal Quebec e i nostri sapori locali, tutto ciò che serve è un po’ di fantasia. Per Mario D’Amico è importante rendere questo rito il più accessibile possibile semplicemente celebrando i sapori del nostro territorio.

“L’idea non è quella di passare la serata in cucina, ma in soggiorno con gli amici. Un vassoio di formaggi e salumi, vini naturali e il gioco è fatto, dice. Per mostrare i prodotti del Quebec, oltre ai vini locali, puoi servire sidro di fattoria, una birra leggera o uno spumante locale. »

Stessa storia dalla parte di Rose Simard, autrice del libro L’aperitivo in Quebec (KO Éditions) e fondatrice di 1 o 2 cocktail, un sito incentrato su aperitivi e cocktail.

Aperitivo significa “aprire l’appetito”. L’idea è quindi quella di offrire ai propri ospiti cocktail meno alcolici, a base di liquore o vermouth. Iniziando con qualcosa di troppo forte, diventa difficile continuare la serata. Quindi spesso opto per un vermouth-soda, in un bicchiere colmo di ghiaccio. Accompagno il tutto con un tagliere di formaggi, ostriche, o Popcorn casa. »

READ  Tifoso italiano tatua il collegamento di Chiellini su Saka

Per Rose, le quantità servite agli ospiti sono importanti quanto la scelta dei piatti se si vuole rispettare l’arte del ciboaperitivo. “Nessuno vuole far sentire i propri ospiti come se stessero morendo di fame, ma non abbiate paura di preparare anche piccoli lotti. Dovete ricordare che a tutto seguirà la cena, e non volete rovinarvi l’appetito! »

Ora sei pronto per approfittare di questa deliziosa tradizione, a condizione di farla conoscere a chi ti circonda, poiché l’ultima regola diaperitivo è… condividere!

Per un “aperitivo” locale

Questo contenuto speciale è stato prodotto dal team delle pubblicazioni speciali di Dovere, relativo al marketing. La redazione di Dovere non ha preso parte.

Per vedere in video

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.