La Tunisia è sulla buona strada

La Tunisia è sulla buona strada

Lunedì 3 aprile 2023, il media italiano “ANSA MED” ha riferito, citando il ministro degli Esteri Antonio Tajani, che la Tunisia è sulla buona strada per quanto riguarda i finanziamenti europei e il Fondo monetario internazionale.

E’ quanto emerso dalle dichiarazioni del capo della diplomazia italiana nel corso di una conferenza stampa tenutasi a margine della riunione ministeriale dei Paesi dei Balcani occidentali presso la sede del ministero degli Esteri italiano “Palazzo della Farnesina”.

Antonio Tajani ha detto: Penso che stiamo andando nella giusta direzione. Il me semble qu’il ya une attitude plus volontaire de la part des États-Unis, de la France et de la part de l’Union européenne, à l’issue de la visite du commissaire europeen à l’Economie, Paolo Gentiloni, in Tunisia “.

Il diplomatico italiano ha anche detto che il suo Paese stanzierà 100 milioni di euro, di cui 50 milioni per le piccole e medie imprese tunisine.

Sulla proposta italiana per il primo finanziamento e condizionato la seconda tranche alle riforme, il Ministero degli Affari Esteri ha confermato ” Questo potrebbe essere un modo per mostrare la buona volontà dei paesi amici della Tunisia e del FMI e allo stesso tempo chiedere riforme “.

Antonio Tajani ha anche confermato che il governo italiano è in costante contatto con il governo tunisino.

Inoltre, l’agenzia di stampa italiana Nova ha riferito il 30 marzo 2023 che l’Italia sta esercitando pressioni sul Fondo monetario internazionale per concedere alla Tunisia la prima parte dell’accordo in fase di negoziazione.

Si segnala che il 27 marzo 2023 il Commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni, ha visitato la Tunisia.

READ  Rifiuti italiani: la Tunisia intende sequestrare il tribunale internazionale

HA

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *