La toccante testimonianza di un giocatore ucraino in guerra

Lesia Tsurenko Paul Childs/Reuters

Qualificazione per il secondo turno di Wimbledon dopo aver sconfitto il britannico Bragg (6-3, 6-2), Lesia Tsurenko è tornata nel conflitto armato tra Russia e Ucraina.

a Wimbledon,

Il Grande Slam di Londra si terrà quest’anno, eccezionalmente senza giocatori russi e bielorussi, dopo che l’All England Lawn Club ha deciso di boicottarli in risposta all’invasione russa dell’Ucraina. Per la grande comodità dell’ucraina Lesia Tsurenko, qualificata al secondo turno:Sono felice di partecipare a questo torneo senza dover rivedere giocatori di questi paesi. Per me è decisamente meno stressante e mi sento meglio. Ho appena sentito da un giocatore bielorusso che sostiene me e l’Ucraina e che è contraria alla guerra. Non ho sentito nessun altro tra i russi dire che sono contrari alla guerra.»

101e La giocatrice mondiale ha fatto esplodere che la casa dei suoi genitori, con sede a Irbin, alla periferia di Kiev, è stata attaccata dalle bombe. “Ci sono enormi buchi nell’edificio. Lo stanno ricostruendo e vivono nel mio appartamento e in quello di mio marito, è un appartamento molto piccolo per mia mamma, mio ​​papà, mio ​​fratello e i loro animali domestici. Ma sono felici di avere un posto dove trasferirsi da Irbin. Sono vivi e al sicuro. Ma non si sa mai cosa accadrà domani perché a volte sembra calmo, ma ieri due missili hanno colpito il centro di Kiev. Quindi pregano ogni giorno.»

Tsurenko ora vive in Italia con la sorella: “Può godersi un po’ di più la vita perché ha trascorso tre mesi di guerra in Ucraina. Emotivamente, è stato davvero difficile per lei. Si sente ancora molto in colpa per aver lasciato l’Ucraina, ma sono felice per lei. Mia madre mi ha appena promesso di venire in Italia un giorno.Tsurenko esercitava la sua professione in questo drammatico contesto:Quando è iniziata la guerra, ho iniziato a sentire questa tensione dentro di me e penso che anche se lavoro ogni giorno con uno psicologo e cerco di evitare questi sentimenti, è impossibile. Sono davvero felice di vedere che stiamo facendo bene e possiamo giocare. Ma personalmente, mi è costato molto.»

READ  Il Giappone è sulla strada del blues

Tsurenko affronterà la connazionale Anhelina Serhivna Kalinina Anhelina al secondo turno. Non sa ancora se potrà indossare il fiocco gialloblù durante il match, come è tradizione dell’obbligo bianconero a Wimbledon: “Non ho mai giocato contro di lei, ma ci conosciamo da anni. È fantastico che noi due ci incontriamo al secondo turno, quindi al terzo ci sarà un ucraino. Penso che sia una buona cosa in entrambi i casi. Attraverso le competizioni sportive è possibile alzare il morale delle persone. Vogliamo solo ricordare che l’Ucraina ha problemi e abbiamo bisogno di aiuto. È solo un altro modo per dimostrare che siamo una nazione forte e per ricordare al mondo che abbiamo ancora bisogno di aiuto per vincere questa guerra.»

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.