La sonda Voyager 1 sta inviando dati per la prima volta dopo mesi

La sonda Voyager 1 sta inviando dati per la prima volta dopo mesi

La NASA è stata in grado di convalidare la navicella spaziale per la prima volta da novembre e continuerà a implementare la stessa soluzione per recuperare dati scientifici.

La NASA ha dichiarato lunedì che la sonda Voyager 1, l'oggetto costruito dall'uomo più lontano dalla Terra, ha inviato dati leggibili per la prima volta in cinque mesi.

L'Agenzia spaziale americana ha spiegato che la sonda, che si trova a circa 24 miliardi di chilometri da noi, da novembre non invia più dati scientifici e tecnici affidabili sulle sue condizioni.

46 anni

Tuttavia, le squadre della NASA potevano ancora inviare comandi e la sonda, lanciata più di 46 anni fa, continuava a funzionare normalmente. Il problema deriva da un chip presente in uno dei computer di bordo dell'aereo, responsabile del coordinamento dei dati scientifici e tecnici prima dell'invio sulla Terra. Alla fine è stata trovata una soluzione innovativa per trasferire il codice necessario.

La NASA è stata in grado di convalidare la navicella spaziale per la prima volta da novembre e continuerà a implementare la stessa soluzione per recuperare dati scientifici. Insieme alla gemella Voyager 2, le due sonde sono le uniche a viaggiare nello spazio interstellare. Porta a bordo registrazioni dei suoni e delle immagini della Terra su lastre d'oro e di rame.

READ  Team USA: Gabriel Diallo si ritira dopo una lunga battaglia

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *