La sociologia elettorale è una scienza necessaria per molti

Come andranno i candidati delle 14 liste in gara alle elezioni regionali per ottenere il sostegno degli elettori? La risposta è più difficile di quanto sembri.

Quali sono gli obiettivi dei diversi attori in queste elezioni regionali? Quali parti dell’elettorato vuoi e puoi raggiungere per i quattordici candidati? La risposta sbagliata è la risposta: tutti. L’elettorato è diviso, qui come altrove, in classi e sottocategorie.

Poiché tutti i cittadini non hanno le stesse opinioni politiche, né le stesse convinzioni filosofiche o spirituali, né le stesse pratiche religiose, non possono votare come un uomo o come una donna. Allo stesso modo, nessuno di noi ha ricevuto la stessa educazione familiare, né abbiamo seguito lo stesso programma di studi.

Inoltre, non tutti esercitiamo la stessa professione, perché non abbiamo le stesse capacità professionali. Allo stesso modo, non andiamo negli stessi posti per lo shopping e per il tempo libero. Il nostro reddito ci dà il potere d’acquisto, il suo risultato naturale e le aspirazioni personali che ci distinguono fortemente gli uni dagli altri.

Non tutti hanno le stesse opinioni …

A questa guida, aggiungiamo molti altri segni di discriminazione sociale, come la categoria sociale e professionale. I lavoratori non votano come i datori di lavoro, né come gli insegnanti. Si noti che questi strati sociali non votano in modo omogeneo.

Anche l’appartenenza a una generazione è importante. Un giovane di età inferiore ai 30 anni non farà automaticamente la stessa scelta dei suoi nonni. Allo stesso modo, lo studente non trasporta lo stesso bagaglio civile del pensionato.

Altri criteri importanti vengono presi in considerazione per spiegare il nostro comportamento elettorale: la religione, il contesto familiare, l’entourage amichevole, il vicinato, il modo in cui vediamo la vita politica, l’importanza che diamo all’informazione. Insomma, ogni elettore è il fulcro della società in cui vive e allo stesso tempo il suo riflesso.

READ  Le fantasie di Ape-Man non sono più fantascienza ...

… e non è possibile votare nella stessa direzione

Sappiamo anche che gli elettori non possono avere le stesse opinioni sulla proposta elettorale. Quest’anno, inoltre, è particolarmente affollato, con 14 elenchi dedicati alla gestione dei CTM. La scelta è così aperta che può portare a due ulteriori opzioni in cambio.

Innanzitutto astenersi dal voto, tra coloro che non possono prendere una decisione di fronte a questa stravaganza, proprio a causa di questa stravaganza. Poi il voto vantaggioso, o ciò che è considerato tale, dove il ballottaggio è usato come espressione di vera scelta.

Pertanto, i candidati devono sapere come diversificare i loro discorsi e programmi durante questa campagna elettorale per attirare il maggior numero di elettori. E questo, sapendo che non ci sono quattordici diverse scuole di pensiero nella nostra meravigliosa Martinica.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *