La produzione industriale in Italia è nuovamente calata

Dopo due mesi consecutivi di crescita, la produzione industriale italiana è diminuita dell’1,8%. Si distingue particolarmente nei settori ad alta intensità energetica.

Dopo un mese di agosto stellare, superiore alle aspettative, in Italia la produzione industriale ha iniziato a invertire il trend. L’Istituto nazionale di statistica (Istat) ha dichiarato giovedì che il Paese ha registrato a settembre un calo dell’1,8% rispetto al mese precedente. Nel periodo luglio-settembre è sceso dello 0,4% rispetto al trimestre precedente. Rispetto a settembre 2021, la produzione industriale italiana è scesa dello 0,5%, dati rettificati per gli effetti di calendario.

Ad agosto è invece cresciuta del 2,3%, dopo luglio che ha registrato anch’esso un incremento dello 0,4%.
Praticamente tutti i settori sono interessati, ma in particolare il settore energetico, che ha registrato il calo maggiore della produzione industriale (-2,7%), oltre che dei beni intermedi (-1,8%). Per contro, il settore dei beni di consumo è rimasto stabile e il settore dei beni strumentali è cresciuto leggermente dello 0,1%.

L’analisi dell’Istat evidenzia la netta differenza tra i settori industriali che consumano più o meno energia. I settori chimici, così come i produttori di legno di carta, metalli e plastica, ei grandi consumatori di gas o energia elettrica, hanno rallentato la loro produzione.

In questo contesto, il La fiducia delle imprese è in forte calo, per la quarta volta consecutiva in ottobre. Anche i consumatori pensano. Il loro indice di fiducia è sceso a 90,1, il livello più basso dal 2013.

Le prospettive di crescita dell’Italia

La crescita del PIL italiano dovrebbe ancora raggiungere il 3,7% quest’anno, secondo le nuove stime del governo. Queste previsioni sono state riviste al rialzo grazie all’annuncio di a aumento improvviso 0,5% Nel terzo trimestre era prevista una leggera flessione.
Il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha affermato che con il calo della produzione industriale e il rallentamento del settore dei servizi, il governo prevede un calo del PIL nell’ultima parte dell’anno.

READ  Santander ha ordinato 68 milioni di dollari per pagare Andrea Orsel per il suo appuntamento fallito

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.