“La Llorona” celebra la sua prima nomination al film guatemalteco al Golden Globe

L'attrice Maria Mercedes Coroy (a destra) e il regista Jairou Bustamante durante un servizio fotografico per promuovere il film "Excanol" In concorso al 65 ° Festival di Berlino il 7 febbraio 2015. File foto.  Reuters / Hannibal Hanshik L’attrice Maria Mercedes Coroy (a destra) e il regista Jairo Bustamante durante un servizio fotografico per promuovere “Ixcanul” in concorso al 65 ° Festival di Berlino, 7 febbraio 2015. File foto. Reuters / Hannibal Hanshik

3 febbraio (.) – Il film horror e il dramma politico “La Llorona” è entrato nella storia come la prima produzione guatemalteca ad essere nominata per un Golden Globe come miglior film straniero.

“La Llorona” del regista e sceneggiatore guatemalteco Jero Bustamante descrive il genocidio indigeno avvenuto durante il conflitto armato guatemalteco negli anni ’80 sotto le spoglie di una famosa leggenda latinoamericana.

Il film racconta la storia di una giovane donna aborigena di nome Alma (Maria Mercedes Coroy), che arriva come collaboratrice domestica a casa di un ex soldato condannato per genocidio delle comunità indigene.

Nelle orecchie del vecchio soldato, le voci degli aborigeni che ha massacrato iniziano a echeggiare e una figura misteriosa inizia a vagare per la sua casa per vendetta.

“Grazie goldenglobes per la nomination, per aver abbracciato il nostro cinema e la storia recente del nostro paese che merita di raggiungere un pubblico globale”, ha detto mercoledì Bustamante, 43 anni, sulla sua pagina Facebook dopo aver appreso della nomination al Globus. De Oro, che si esibirà il 28 febbraio ad una festa organizzata da Tina Fey e Amy Poehler.

Il film è una co-produzione tra Guatemala e Francia, e competerà per il Golden Globe Award per il miglior film straniero con “Another Tour” (Danimarca), “Life Ahead” (Italia), “Minary” (USA) e ” Two of Us “(Francia, Stati Uniti).

“La Llorona” è anche uno dei 17 film latinoamericani su 93 in cambio dell’Academy Award per il miglior film in lingua straniera, a dimostrazione di un crescente impegno per la diversità da parte dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences che consegna loro il premio.

READ  The NYPD release video says it shows a woman physically attacking a teenager who claims she stole her phone

L’elenco finale dei cinque candidati all’Oscar sarà annunciato il 15 marzo e la cerimonia di premiazione della 93a edizione si terrà il 25 aprile, dopo che la consueta data di febbraio è stata posticipata a causa della pandemia di Coronavirus.

“La Llorona” è stato presentato in anteprima al Festival del cinema di Venezia nel 2019 ed è sponsorizzato dal leader indigeno e attivista guatemalteco Rigoberta Mench شو, vincitore del Premio Nobel per la pace nel 1992.

A gennaio, il film è stato premiato come miglior film in lingua straniera dal National Board of Review, il National Board of Film Critics degli Stati Uniti, ed è stato nominato ai Goya Awards come miglior film iberico americano.

(Relazione Lucila Segal)

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *