La Juventus strappa il pareggio al Bologna

La Juventus strappa il pareggio al Bologna

Juba Touabi, Media365, pubblicato lunedì 20 maggio 2024 alle 22:43

Lo stadio Renato Dall’Ara è stato teatro questa domenica sera di un duello avvincente, dove Bologna e Juventus si sono scontrate per il terzo posto in Serie A. La partita, valida per la 37esima giornata, ha mantenuto tutte le promesse con un incontro ricco di gol e colpi di scena e gira.

Dal calcio d’inizio dato dall’arbitro Giovanni Ayroldi, il Bologna passa in vantaggio. Al 3′ è Riccardo Calafiori ad aprire le marcature dopo una difesa poco organizzata del Torino su corner battuto da Santiago Castro. La palla viene respinta goffamente da Danilo e finisce sui piedi di Calafiori, che si affretta a segnare con il sinistro. Appena otto minuti dopo il Bologna raddoppia. Su un cross di Dan Ndoye dalla sinistra, Kacper Urbanski devia di testa e anche Castro conclude di testa. La Juve sembra impotente.

Il primo tempo prosegue a ritmi frenetici con il Bologna in netto dominio. I torinesi faticano a trovare soluzioni offensive e mostrano segnali di frustrazione, come dimostra il sanzione verbale di Bremer al 19′ per un fallo su Remo Freuler. La Juventus non riesce a gestire un solo tiro mentre il Bologna controlla la partita. All’intervallo il punteggio è 2-0 in favore dei locali.

La bella reazione del Torino

Dall’inizio del secondo tempo la Juventus mostra un volto diverso. Al 47′ Adrien Rabiot costringe Lukasz Skorupski ad una bella parata. Ma il Bologna non tarda a reagire e, al 53′, Calafiori segna il suo secondo gol della serata, su assist di Santiago Castro. Messa alle strette ma non sconfitta, la Juventus torna in sella. Federico Chiesa ha ridotto il divario al 76′ dopo un errore difensivo di Jhon Lucumi. La tensione sale di un livello e Arkadiusz Milik ne approfitta per segnare un bellissimo calcio di punizione all’83’, riavviando completamente la partita. Un minuto dopo, Kenan Yildiz pareggia con un tiro potente dopo un altro errore difensivo del Bologna.

READ  "Penalità per altri 3 mesi, Rt deve scendere"

Gli ultimi minuti sono intensi. Il Bologna, indebolito dalle partenze dei suoi dirigenti, subisce ripetuti attacchi da parte della Juventus. Michel Aebischer salva i suoi con un contrasto decisivo su Chiesa all’87’. Nonostante gli sforzi di entrambe le parti, il punteggio non cambierà più.

Fischia la finale con il punteggio di 3-3. Il Bologna, che aveva dominato il primo atto, si lascia scappare una vittoria preziosa. Questo pareggio riflette sia la resilienza della Juventus che le inadeguatezze difensive del Bologna. Le due squadre restano testa a testa per il terzo posto, rendendo decisiva l’ultima giornata di campionato. Il Bologna si recherà a Genova mentre la Juventus ospiterà il Monza per provare a conquistare definitivamente il terzo gradino del podio.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *