la Grande Boucle partirà dall’Italia con un grande inizio dato a Firenze

La 111ª edizione del Tour de France si svolgerà dal 29 giugno al 21 luglio 2024, data dell’arrivo della corsa a Nizza.

Dopo la Danimarca nel 2022 e la Spagna nel 2023, la Grande Boucle partirà ancora una volta fuori dalla Francia. L’organizzazione del Tour de France ha rivelato, mercoledì 21 dicembre, il percorso delle prime tre tappe dell’edizione 2024, che partirà il 29 giugno da Firenze, Italia. L’opportunità di riparare un’anomalia.

“Il Tour è partito da tutti i Paesi confinanti con la Francia. È partito addirittura sei volte dall’Olanda, che non ha un confine comune con la Francia. Ma non è ancora mai partito dall’Italia. C’è una sorta di incongruenza che scomparirà”.ha spiegato all’AFP Christian Prudhomme, il direttore del Tour de France in Italia fino a venerdì per presentare questa 26esima grande partenza dall’estero.

“Lasciare all’estero, non solo lo presumo, ma lo rivendico. Le forze di sicurezza francesi saranno molto richieste nel 2024, quindi una grande partenza dall’estero può aiutare”.

Christian Prudhomme, direttore del Tour de France

all’AFP

“A fine marzo 2020, in piena pandemia, Matteo Renzi, ex sindaco di Firenze ed ex presidente del Consiglio, mi ha scritto una foto della sua città con questa parola: ‘Firenze vuota, deserta ma così bella . Non ho dimenticato i miei sogni di una grande partenza. Dopo la pandemia, vediamo’. È ricominciata la cosa”dice il capo della Grande Boucle, impaziente di vedere finalmente i corridori esaminare il “museo all’aperto di Firenze, le sponde dell’Adriatico e l’attraversamento dell’Appennino”.

Un primo passo già duro

Ma come avverrà nei Paesi Baschi la prossima estate, il gruppo dovrà subito rispondere ai forti profili delle tre uscite italiane. Fin dal primo giorno i corridori lasceranno Firenze con un pensiero a Gino Bartali (due volte vincitore del Tour nel 1938 e nel 1948), diretti verso le spiagge di Rimini. “Una tappa di media montagna o addirittura di montagna con un dislivello di 3.700 metri” assicura Cristiano Prudhomme.

READ  Malfede russa e supporto italiano

Nel chilometro saranno ben sei le salite sulle strade dell’Emilia-Romagna, tra cui le salite tecniche di Spinello (7,1 km al 6%) e Barbotto (5,8 km al 7,6%), e una sul territorio di San Marino (7,1 km al 4,8%), a 25 chilometri dal traguardo. Quanto basta per permettere a Tadej Pogacar e agli altri favoriti della generale di mettersi in mostra per la prima volta.

TDF24_STEP 01

Sulle tracce delle leggende del ciclismo italiano

Rebelote il giorno successivo con una nuova tappa per pugili tra Cesenatico – città dove riposa il “Pirata” Marco Pantani, vincitore del Tour nel 1998 –, e un giro finale intorno a Bologna. Da notare che i piloti passeranno per Imola e immaginiamo che questo possa dare spunti a Julian Alaphilippe, incoronato campione del mondo dell’autodromo nel 2020.

Se “Alaph” ha voglia di spuntare le ali, potrebbe benissimo risalire il litorale di San Luca (1,9 km al 10,2%), salito due volte negli ultimi 50 chilometri, e che si preannuncia già giudice di pace per questa seconda tappa .

TDF24_ETAPE02

Infine, nella terza giornata, i velocisti avranno l’occasione di mettersi in luce sul versante torinese. In carta piatti piatti e poche difficoltà: dopo una partenza da Piacenza e una deviazione per la Lombardia, il gruppo attraverserà il Piemonte su strade ben note ai seguaci della Milano-Sanremo per poi passare da Tortona, dove Fausto è morto. Coppie. C’è un chiaro legame con la leggenda del ciclismo italiano e con i suoi campioni”.sottolinea il direttore del Tour. Nel 2024 la più celebre delle corse ciclistiche festeggerà anche i 100 anni dalla prima vittoria italiana sulle sue strade: quella di Ottavio Bottecchia, che nel 1924 aveva vinto quattro tappe e la classifica generale.

READ  Chelsea, Giro d'Italia, Coupe de France, Ligue 1, Masters 1000 Madrid, NBA... Il set di sabato 7 maggio 2022
TDF24_ETAPE03

Quindi, i partecipanti di questa 111a edizione proseguiranno il loro viaggio verso la Francia, per un arrivo finale previsto eccezionalmente a Nizza, il 21 luglio 2024, a causa della vicinanza ai Giochi Olimpici di Parigi..

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.