La famiglia Berlusconi smette di trascorrere con le giovani donne le serate “bunga bunga”.

La famiglia Berlusconi smette di trascorrere con le giovani donne le serate “bunga bunga”.

Niente più commissioni. Il quotidiano ha rivelato venerdì che se Silvio Berlusconi, morto lo scorso giugno, ha ricoperto d'oro le giovani donne che partecipavano alle sue scandalose serate chiamate “bunga bunga”, i suoi eredi hanno deciso di tagliare loro i soldi, ha rivelato venerdì il quotidiano. Corriere della Sera.

Per più di dieci anni, venti giovani donne hanno ricevuto un assegno mensile di 2.500 euro, e alcune di loro hanno occupato appartamenti appartenenti all'impero immobiliare dell'ex presidente del governo italiano, morto all'età di 86 anni. Secondo Silvio Berlusconi, queste donazioni avrebbero dovuto risarcirli del danno alla reputazione causato dalla loro partecipazione ai processi del miliardario legati alle serate di “Bunga Bunga” che organizzava nelle sue residenze.

Tuttavia, la famiglia Berlusconi ha deciso di sospendere i pagamenti ed espellere adesso le giovani donne indesiderate, scrive il giornale. Contattato, uno degli avvocati di Silvio Berlusconi, Mi Federico Cecano, non ha voluto commentare.

Silvio Berlusconi è stato processato per sei anni, accusato di aver corrotto gli interessati mentendo sulla natura della loro presenza e delle loro prestazioni durante le sue calde serate, prima di essere finalmente assolto a febbraio. Questa assoluzione rappresenta il culmine di una lunga saga legale iniziata nel 2010 quando Silvio Berlusconi, allora capo del governo, fu accusato di abuso di potere per aver protetto una giovane ballerina di nightclub marocchina, Karima El Mahroug.

La giovane, conosciuta con il nome d'arte Ruby, era stata arrestata con l'accusa di furto, ma Berlusconi è intervenuto per liberarla, sostenendo falsamente che era la nipote di Hosni Mubarak, l'allora presidente dell'Egitto. L’anno successivo, Berlusconi fu accusato di aver pagato Robbie, che aveva 17 anni nel 2010, per rapporti sessuali. Era stato inizialmente condannato nel 2013 a sette anni di carcere, per poi essere definitivamente assolto nel marzo 2015 dalla Corte di Cassazione al riguardo.

READ  Migranti, tensioni tra Italia e Unione Europea. Francia e Germania sono disposte ad accogliere alcuni profughi. Niente Norvegia

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *