La Dolce Vita a Milano, dopo l’epidemia, in strada come sullo schermo

Alcuni amici, un proiettore e una tenda del negozio. A Milano basta poco per riportare la magia del cinema, è gratis per tutti, libertà impagabile, dopo le restrizioni della pandemia.

“Dopo due anni di chiusura, Spiega Lorenzo Aliata Nobili, studente e scienziato dello spettacolo, Volevo incontrare tutti per strada, senza coprifuoco o restrizioni. È un modo per abbattere le barriere”.

L’idea è semplice e organizzare serate di cinema all’aperto non è difficile: tutti in fila per aiutare, portare cibo, bevande e attrezzatura tecnica. L’elettricità e le sedie sono fornite dal vicino bar:

“Era solo una serata normale, Luca Lobrini, amico di Lorenzo, dice, Eravamo seduti in questo bar e non ricordo molto bene, ma volevamo solo vedere un film. Nous étions sur le point de rentrer chez nous pour le concerner, mais nous n’avions pas encore envie de rentrer et Lorenzo a eu l’idée de prendre son projecteur à la maison et de demander au proprietaire du bar d’utiliser ses prises de il mio vicino .”

I passanti si sono fermati, attratti da un raggio di luce proiettato sulla persiana. Alcuni si sono uniti agli spettatori e questo incontro è diventato rapidamente qualcosa di speciale.

Giovani Stati Uniti, Lorenzo aggiunge, Sentiamo il bisogno di stare per strada e parlarci e finalmente avere una vita normale e una vita di vere relazioni umane, invece di incontri Zoom e trasmissioni cinematografiche. “

Nella lista del cinema di strada, le più grandi commedie italiane degli ultimi decenni, per compiacere amici, ma anche sconosciuti, che dimenticano le dure giornate di una serata.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *