La crescita francese non si è fermata nel primo trimestre

Fai attenzione agli effetti visivi. Sembra che questo risultato migliore non sia tanto il risultato di una gestione potenzialmente migliore della crisi sanitaria come risultato della differenza nei programmi di contenimento e smontaggio.

La Francia non si è ritirata all’inizio dell’anno. Sembra persino, sulla base dei risultati preliminari pubblicati venerdì da INSEE, che stia ottenendo risultati migliori in termini di crescita rispetto alla maggior parte dei suoi vicini. Nel primo trimestre il PIL si è già leggermente ripreso, dello 0,4% rispetto al trimestre precedente quando è successivamente diminuito dell’1,4%. Al contrario, le altre principali economie europee – Germania (-1,7%), Spagna (-0,5%) e Italia (-0,4%) – hanno visto ridursi la loro ricchezza nazionale nei primi tre mesi dell’anno. Nel complesso, il PIL dell’Eurozona è diminuito dello 0,6% nello stesso periodo.

Ma attenzione agli effetti visivi. Sembra che questo risultato migliore non sia tanto il risultato di una gestione potenzialmente migliore della crisi sanitaria come risultato della differenza nei programmi di contenimento e smontaggio. I nostri vicini europei hanno sofferto meno della Francia alla fine del 2020, ma hanno dovuto adottare misure restrittive prima,

Questo articolo è solo per gli abbonati. Ti resta il 74% da scoprire.

Abbonamento: 1 € per il primo mese

Può essere cancellato in qualsiasi momento

Già iscritto? registrati

READ  Telecom Italia prevede di tagliare ben 1.300 posti di lavoro in Italia

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *