King Salman Science Oasis firma un memorandum d’intesa con il Science Museum Group di Londra

King Salman Science Oasis firma un memorandum d’intesa con il Science Museum Group di Londra

La scena finale in un teatro parigino è stata rumorosa e rauca, mentre centinaia di spettatori supportavano i loro favoriti al concorso Miss Costa d’Avorio/Francia 2024, uno dei tanti eventi in cui la diaspora afro-francese celebra la loro doppia cultura.

“I nostri genitori hanno dato alla luce bellissimi bambini in Europa”, ha detto il presentatore mentre i 19 concorrenti salivano sul palco indossando i tradizionali abiti di cera, costumi da bagno e abiti da sera.

Dopo quattro ore di suspense, Lacey Amisah, la concorrente numero 18, è stata annunciata vincitrice.

“Sono molto commosso, grato e orgoglioso”, ha detto lo studente di 22 anni, nato a Parigi da genitori della Costa d’Avorio.

Qualche settimana fa, durante l’allenamento, Amisa – i cui capelli erano corti e tinti di biondo – ha detto che il concorso rappresentava qualcosa di più della semplice vittoria di un concorso di bellezza.

“È un modo per avvicinarmi il più possibile alle mie radici”, ha detto, aggiungendo che è sempre stata “immersa nella cultura ivoriana”.

Flora Sy, presidente del comitato Miss Costa d’Avorio/Francia, ha affermato che, sebbene le concorrenti siano “molto orgogliose” di essere francesi, “è anche importante per noi mostrare la nostra cultura ivoriana”.

Le cose non sono sempre state così ottimistiche, ha ricordato Mams Jaffa, che nel 2002 ha organizzato in Francia il primo concorso africano di questo genere, Miss Mali/Francia.

– ‘un esempio’ –

All’epoca la xenofobia e il razzismo erano diffusi, anche ai massimi livelli statali.

Jaffa, che ora è vicesindaco del 18esimo distretto di Parigi, dove molti residenti sono di origine africana, ha detto che l’immagine dei maliani è “terribilmente vergognosa”.

READ  Varicella e fuoco di Sant'Antonio, un virus per due malattie diverse

Ha detto che il primo concorso di Miss Mali-Francia “ha fornito un quadro per l’attività” e le donne in competizione erano “modelli per le nostre sorelle più giovani”.

La loro attività mirava a promuovere l’igiene, l’educazione e la salute e a convincere le donne a non schiarirsi la pelle.

Gli argomenti di oggi includono l’immigrazione clandestina. Mamadou Thiam, che dirige il comitato organizzatore franco-senegalese, ha detto che Miss Senegal/Francia ha recentemente parlato con i giovani senegalesi “per convincerli a non salire su una di quelle barche”.

Amissa sta usando la sua fama per contribuire a porre fine al “tabù” che circonda l’endometriosi in Costa d’Avorio.

Gli stretti contatti creati dai concorsi di bellezza tra la Francia e i paesi africani sono talvolta contraddetti dal deterioramento delle relazioni diplomatiche tra la Francia e alcune delle sue ex colonie nel continente.

Un esempio recente è il Mali, dove il governo militare ha chiesto alle forze francesi di andarsene dopo 10 anni di missioni antiestremismo.

Ma Jaffa ha liquidato tali tensioni, affermando che la sua organizzazione non si permetterà mai di diventare un “danno collaterale” della diplomazia.

Ha aggiunto: “Il problema sono i governi, non i residenti”.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *