Kader Boujnane intraprende una nuova sfida per aiutare i bambini malati

Evidenziare i malati e le loro associazioni è ciò che interessa a Kader Boujnane. Questo atleta realizza prodezze nella corsa in modo che le associazioni traggano vantaggio da un impatto significativo. Prossima partenza: Baume-les-Dames / la Torre di Pisa in Italia, corsa.

Il suo nome compare regolarmente sui giornali che riportano le sue gesta. Dopo aver scalato il Mont Ventoux per finanziare un cane guida per non vedenti, ha realizzato Marsiglia/Besançon per bambini malati di l’associazione da affrontareha corso da Marsiglia a Besançon per il Telethonha funzionato per più di 24 ore per l’associazione “Mi chiamo Leony in breve” e recentemente la scalata 5 volte del Mont Ventoux per 5 diverse associazioni, Kader Boujnane si prepara questo sabato 8 ottobre per raggiungere la Torre di Pisa in Italia da Baume-les-Dames (Doubs), passando per la Svizzera.

“Vorrei sottolineare ancora una volta questi bambini e le loro associazioni, portare i loro nomi durante questa grande corsa. Voglio essere la candela che accende queste associazioni perché hanno bisogno di noi” testimonia Kader. “Recupero la forza dei genitori per andare avanti. Vedi l’esterno ma devi vedere cosa stanno passando i genitori dentro”.

Perché l’Italia? Perché Pisa? “Non conosco l’Italia e alla fine la Torre di Pisa ci somiglia. Lei cerca di stare in piedi come tutte queste associazioni” Kader spiega.

La partenza è prevista per questo sabato, 8 ottobre. Più di 800 km con un picco a l’Ago della Grande Sassière a 3.747 metri, sul confine franco-svizzero, per promuovere 5 associazioni: Mi chiamo Leony in breve, La speranza di vivere diversamente per Ilona, Flavian des Ailes per la passeggiata, Tempo di anticipooOmar e Maeva.

READ  "Questi tre africani cambieranno la mentalità in Italia"

“Abbiamo bisogno che le persone capiscano la nostra lotta, la nostra vita con i suoi vincoli e poi dietro di essa se può portare aiuti finanziari, siamo acquirenti perché vogliamo sempre migliorare la vita dei nostri bambini disabili”, reagisce Philippe Dellenbach papà di Ilona, ​​Associazione “La speranza di vivere diversamente per Ilona”. “Kader lo fa su base volontaria, si congeda per fare le sue imprese. Lo fa perché ama le persone e più siamo in difficoltà, più ci aiuta. È un’anima buona”.

Associazioni

Mi chiamo Leony in breve

Leony è un ragazzino affetto da Amiotrofia Spinale e la sua associazione mira a sensibilizzare sulla malattia e soprattutto a raccogliere fondi per migliorare la sua vita quotidiana.

http://leonytoutcourt.fr/

La speranza di vivere diversamente per Ilona

Ilona è una giovane ragazza con una paralisi cerebrale che si traduce in una totale mancanza di autonomia. Suo padre si prende cura di lei da solo da diversi anni dopo la morte di sua madre. Ilona è totalmente dipendente e la sua vita quotidiana richiede attrezzature speciali e cure significative. La sua associazione gli permette di raccogliere fondi necessari al suo benessere.

[email protected]

Flavian des Ailes per la passeggiata

Flavian e Léandre sono due ragazzi nati con un’atrofia cerebellare che causa loro problemi di coordinazione ed equilibrio. La loro associazione mira a raccogliere fondi che consentano loro di continuare le loro cure, anche all’estero.

http://flaviandesailespurlamarche.blogspot.com/

Tempo di anticipoo

Come Ilona, ​​Timéo soffre di paralisi cerebrale a causa della mancanza di ossigeno alla nascita. Soffre di handicap motorio che scatena un disturbo della postura e del movimento. Attualmente sta beneficiando di un metodo riabilitativo molto costoso e la sua associazione sta raccogliendo fondi per garantire la continuità delle sue cure.

READ  Italia - Spagna: probabili linee

[email protected]

Omar e Maeva

Questi due bambini non fanno parte di nessuna associazione, tuttavia Kader Boujnane li segue in modo particolare. Entrambi, infatti, sono portatori di handicap. Maeva ha la trisomia 21, come per Omar, è gravemente handicappato e totalmente dipendente dalla madre che sta lottando per migliorare la sua vita quotidiana.

  • Partenza sabato 8 ottobre alle 10 a Baume-les-Dame, dal negozio Sport 2000, partner dell’evento. Arrivo previsto a Lisle, Svizzera (circa 110 KM).
  • Partenza da Lisle domenica 9 ottobre, attraversamento di Ginevra e arrivo previsto a Sallanche, Francia (circa 115 KM).
  • Partenza da Sallanches lunedì 10 ottobre, attraversando l’Aiguille de la Grande Sassière (3747 m) arrivo in Val d’Isère, Francia (circa 115 KM).
  • Partenza dalla Val d’Isère martedì 11 ottobre, arrivo a Bussoleno, Italia (circa 110 KM).
  • Partenza da Bussoleno mercoledì 12 ottobre, arrivo ad Aste, Italia (circa 100 KM).
  • Partenza da Aste giovedì 13 ottobre arrivo a Genova, Italia (circa 110KM).
  • Partenza da Genova venerdì 14 ottobre arrivo a Sestri Levante, Italia (circa 50KM).
  • Partenza da Sestri Levante sabato 15 ottobre arrivo a La Spezia, Italia (circa 60 KM).

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.