Juventus Torino alla svolta, contro il Villarreal

Pubblicato in:

La Juventus Torino giocherà l’andata degli ottavi di finale di Champions League il 22 febbraio 2022 a Villarreal. La Juventus, eliminata in questa fase del torneo nel 2020 e nel 2021, è a un bivio: salirà di livello dopo aver perso il suo lustro per due anni, sia in Italia che in Coppa dei Campioni?

Il 22 febbraio e il 16 marzo 2022, la Juventus Torino ha giocato più ottavi di finale di UEFA Champions League (C1). Contro il Villarreal, il club italiano consoliderà il suo miglioramento (9 vittorie, 5 pareggi e 1 sconfitta in 15 partite, tutte le competizioni messe insieme, per 3 mesi). Oppure confermare una certa regressione, essere stato campione italiano nove volte di seguito tra il 2012 e il 2020 e aver disputato due finali di C1 (2015 e 2017).

Sul fronte europeo si tratterebbe comunque della terza uscita prematura del Torino in questa fase della competizione, dopo le già sfortunate eliminazioni contro Olympique Lyonnais (2020) e Porto (2021).

In effetti, il club spagnolo non è un orco europeo. Quindi, il nuovo fallimento sarebbe un duro colpo per la “Juventus”, che non vince la Champions dal 1996 e da allora perde cinque finali. [1].

In Italia la Juventus non ha più il controllo

Anche a livello nazionale i bianconeri non intimidiscono più gli avversari. Peggio ancora, Milan, Napoli e Inter sono regolarmente in testa alla classifica, come l’Inter 2-1 nella Supercoppa Italiana del 12 gennaio.

Quarto nell’ultimo campionato italiano (Serie A), questo luogo è stato il luogo in cui il Torinese ha scalato per la prima volta nella stagione 2021-2022, il 6 febbraio. Un posto di qualificazione per C1 dove ora devono difendere i loro denti e unghie, sono quelli che partecipano a questa competizione in corso per i Queen dal 2012.

READ  Giro di Spagna: La vendetta di Magnus Cort Nielsen

Dall’ultimo scudetto dell’agosto 2020, la Juventus Torino ha vinto definitivamente la Coppa Italia e la Supercoppa Italiana. Ma soprattutto si sono accumulate delusioni. Maurizio Sarri è stato esonerato dalla sua posizione di allenatore dopo l’eliminazione contro il Lione nel 2020, mentre il periodo temporaneo fornito dall’ex stella del club Andrea Pirlo la scorsa stagione è variato.

Per questo Massimiliano Allegri, retrocesso cinque volte di seguito tra il 2015 e il 2019, è stato convocato al suo posto la scorsa estate. Finora con risultati perfetti.

Problemi non sportivi

Orfano Cristiano Ronaldo, partito l’estate scorsa per il Manchester United, la “vecchia signora” da questo inverno dipende dal giovane Dusan Vlahovic. Il 22enne serbo, acquistato dalla Fiorentina per 70 milioni di euro, sta provando a rilanciare un attacco vacillante, tra giocatori relativamente deludenti (Alvaro Morata, Moise Kean) o infortunati (Federico Chiesa, stagione finita).

La qualificazione ai quarti di finale contro il Villarreal sarebbe vantaggiosa per un’organizzazione che ha anche lottato con ulteriori problemi sportivi per un anno. Innanzitutto c’è stata la controversa Superleague, un progetto nato morto che ha offuscato l’immagine del club italiano, uno dei suoi membri fondatori più coinvolti. Poi, nel novembre 2021, la giustizia italiana ha aperto un’inchiesta sulle discutibili plusvalenze che la Juventus aveva realizzato nelle ultime stagioni. “Prisma”, poiché la spada di Damocle rimane sopra le teste dei comandanti, viene battezzato a Torino.

[1] 1997, 1998, 2003, 2015 e 2017.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.