Italia: un giovane si fa tatuare la salute sul braccio

Europa

link breve

L’iniziativa può sembrare assurda. Tuttavia, grazie al suo codice QR tatuato sull’avambraccio, Andrea Colonetta, 22 anni, è riuscita a raggiungere frequenti luoghi in Italia che richiedono il nulla osta sanitario.

Andrea Colonetta, studentessa di economia di 22 anni all’Università di Reggio Calabria, nel sud Italia, non rischia di dimenticare a casa il passaporto sanitario. E per una buona ragione, perché ha deciso semplicemente… di tatuarsi l’avambraccio. Per questo, ha invitato i servizi del tatuatore Gabriel Pelroni.

Perché farsi tatuare la tessera sanitaria?

Questa è una domanda che molte persone si pongono. Ma la scadenza del QR code tra nove mesi non è un problema per lui. L’interessato ha chiarito al Corriere della Sera che vuole con questo tatuaggio segnare un periodo difficile della sua vita. Quanto a Gabriele Pellerone, spiega che il suo lavoro va oltre l’estetica ed è legato al benessere collettivo perché può incoraggiare gli indecisi a vaccinarsi.

Il giovane, che ama farsi notare, ha spiegato al giornale di aver avuto l’idea con Gabriel durante la discussione.

Come funziona?

Per riuscirci ci sono volute due ore e mezza per Gabriel Pelroni.

Per verificare la validità del codice QR, le nostre due amiche sono andate a testarlo da McDonald’s. Quando l’impiegato ha chiesto, ha riso quando lo ha visto sul braccio di Andrea e le ci è voluto così tanto tempo per accettare di scansionarlo. Tuttavia, ha funzionato ed è stato in grado di andare a godersi il cheeseburger in pace.

Feedback sul web

Dopo questa iniziativa, Andrea ha fatto scalpore sui social. Mentre alcuni trovano l’idea affascinante, non molte persone la pensano così quando sottolineano che la carta scade tra nove mesi. Di fronte a questo tipo di critiche, Andrea ha risposto a Messagero che non capisce perché le persone si preoccupino di questo argomento più di lui.

READ  Tasse GAFA: Washington lascia cadere la sua rappresaglia

Alcuni hanno affermato che “era contrassegnato come prosciutto di Parma”, mentre altri hanno avuto reazioni più stridenti nell’associare questo tatuaggio a quelli fatti dai nazisti sugli ebrei. Gabriel, il tatuatore, ha detto al Corriere della Sera che questo confronto scioccante è stato fatto da persone antivirali.

Per Andrea i pasti in famiglia non erano dei più semplici perché dovevi essere tu a comandare. Suo padre, che ha preso la notizia sui social media, ha detto che dovresti considerare di essere meno impulsivo prima di decidere di farti un tatuaggio. Se Gabriele Pellerone si assicura che rimanga una copia unica, Andrea non dovrà più preoccuparsi di avere sempre con sé un codice QR.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *