Italia, Roberto Mancini: “Non abbiamo ancora vinto niente”

Orgoglioso dei suoi giocatori dopo il successo contro la Spagna, l’allenatore italiano non vede l’ora che arrivi la finale di Euro 2020.

A 53 anni dal suo ultimo e unico successo all’Europeo, domenica l’Italia avrà un’occasione d’oro per vincere il secondo Europeo della sua storia a Wembley, nel Tempio del Calcio, contro il vincitore della seconda semifinale tra Danimarca e Inghilterra . La Squadra Azzurra si è infatti assicurata il biglietto per la finale della competizione dopo il successo ai rigori contro la Spagna martedì sera.

Italia, Bonucci: “La partita più difficile che abbia giocato in vita mia”

In conferenza stampa, Roberto Mancini non ha nascosto la sua gioia e il suo conforto dopo la qualificazione del suo popolo alla finale di Euro 2020:Sono molto felice di offrire questa gioia e questa sera a tutti gli italiani. Abbiamo ancora una partita da vincere. Sapevamo che sarebbe stata dura contro una squadra come la Spagna. Abbiamo avuto qualche occasione, forse non quanto avremmo voluto, ma alla fine abbiamo vintoS “.

“Siamo molto felici e molto orgogliosi dei giocatori. Quello che hanno ottenuto è incredibile. Ora dobbiamo riposare. Era la sesta partita, siamo arrivati ​​alla fine della fatica. I corpi hanno sofferto molto. Quando giochiamo in un torneo come l’Euro, sappiamo che sarà difficile, soprattutto in semifinale. Ha vinto I giocatori hanno il loro merito negli ultimi tre anni. Ma non abbiamo ancora vinto nulla. Dobbiamo aspettare”.Ha aggiunto l’ex allenatore del Manchester City.

Era aperto tra due grandi squadre.

Chiellini - Locatelli Italia - Spagna Euro 2020

Il tecnico della Squadra Azzurra in serata ha elogiato il suo avversario: “Volevamo fare la nostra partita ma la Spagna è stata migliore nel possesso palla e nel pressing molto forte. Anche noi eravamo stanchi ma la Spagna ha giocato una grande partita. Dobbiamo congratularci con loro, sono davvero una grande squadra. Ci stiamo preparando per i rigori? Ci alleniamo quando possiamo. Non è possibile perché non ha nulla a che fare con ciò che accade nella vita reale. Un grande portiere e questo ci ha aiutato molto”.

Alba, Busquets.. gli spagnoli sono delusi, ma non sono sconfitti

Ai microfoni della Rai, in un’intervista post partita, Roberto Mancini ha spiegato la vittoria “italiana” dei suoi uomini sulla dominatrice Spagna: “Le squadre di calcio attaccano e difendono. Non esiste una squadra che attacca. Abbiamo avuto possibilità di segnare altri gol. Era aperto tra due grandi squadre. Tutte le squadre devono difendere, non solo le squadre italiane”.

“E’ stata una partita molto difficile. La Spagna è una grandissima squadra, e hanno giocato molto bene. Abbiamo fatto una buona partita, non come al solito… Sapevamo che avremmo faticato in una partita del genere. Ci hanno messo in difficoltà. Masters nel controllo palla “Il merito è prima di tutto dei giocatori che ci hanno creduto per tre anni, ma non è finita, bisogna riprendere le forze che questa sera sono state abbandonate”. Ha concluso il tecnico italiano.

READ  Il Napoleone restaurato di Abel Jans uscirà nel 2023

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *