Italia, Regno Unito, Brasile… questi i paesi che hanno cambiato leader nel 2022

Rouillard Romano
è stato modificato in

20:25, 30 dicembre 2022

Ritorno alla grazia, passaggio temporaneo o rivelazione agli occhi della gente comune. Nel 2022 vengono eletti nuovi leader in tutto il mondo, in contesti molto diversi. Ognuno appare come uno specchio della realtà sociale, economica e politica del proprio paese, ma non tutti hanno la libertà di svolgere il proprio lavoro. Europa 1 ti offre una panoramica dei quattro angoli del pianeta.

Italia: Giorgia Meloni, precedente storico

Il suffragio italiano ha prodotto un risultato storico che tuttavia solleva molti interrogativi. Per la prima volta una donna guiderà un governo oltralpe. Ma, Giorgia Meloni (45) Anche lui Descritto come “post-fascista”, leader di un partito – Fratelli d’Italia – nato nel secondo dopoguerra sulle ceneri di Benito Mussolini. ComeEric Zemour In Francia, non esita a sottolineare la “sostituzione etnica” di cui sarà vittima l’Italia mentre gratta regolarmente le “lobby gay”.

La nuova donna potente di Roma ha dato rapidamente il tono alla sua politica, dimostrandosi inflessibile sul dossierVichingo oceanico. Lo scorso novembre, questa nave migrante ha finalmente attraccato nell’allora porto di Tolone La Roma rifiutò categoricamente Per accogliere le 234 persone presenti. Cosa fa infuriare Gerald Darmanin Che ha promesso di “trarre conclusioni” dalla posizione italiana sui “rapporti bilaterali” tra i due Paesi. Atmosfera.

Regno Unito: Liz Truss, un piccolo tour poi la partenza

Anche quest’anno ha fatto la storia. Ma non apparirà sulle sue pagine più glamour. Approfittando delle dimissioni di Boris Johnson, indebolito da numerosi scandali all’interno del suo governo, il 6 settembre Liz Truss ha ricevuto le chiavi di Downing Street 10. Un lavoro prestigioso che manterrai… 44 giorni, per farcela Il primo ministro più effimero nella storia contemporanea del Regno Unito.

READ  Il gigante italiano Eni sta investendo 8 miliardi di dollari nel gas libico

È nato da un clamoroso fallimento, tra l’altro, di un progetto liberale su larga scala per massicci tagli alle tasse e alle spese, che ha mandato il panico nei mercati finanziari. Tanto più che il nuovo leader non ha fornito alcuna garanzia per finanziare questa ambiziosa riforma. È diventata sempre più isolata all’interno dell’apparato conservatore e non ha avuto altra scelta che farlo Presenta le sue dimissioni il 20 ottobre.

Regno Unito: Rishi Sunak, inizio promettente poi guai

Dopo l’episodio di Liz Truss, il Regno Unito è tornato al punto di partenza e la festa dei Tory sta puntando gli occhi Rishi SunakEx Cancelliere dello Scacchiere sotto Boris Johnson. Se in un primo momento è riuscito a domare i fuochi interni al partito ea calmare i mercati, la sua posizione di fronte al crescente malcontento sociale d’Oltremanica lascia perplessi. Il nuovo presidente del Consiglio si rifiuta di aprire una trattativa con i sindacati e lotta per liberarsi dell’immagine di tecnocrati lontani dalla realtà. Tanto che il suo futuro al numero 10 di Downing Street è già segnato.

Brasile: il ritorno di Lula

è tornato. A più di un decennio dalla fine del suo primo mandato, la figura storica del Partito dei Lavoratori ha ripreso il controllo del Brasile dopo una feroce battaglia con Jair Bolsonaro, il presidente uscente. A differenza del suo predecessore di estrema destra, sconfitto nonostante il 49,1% dei voti, il 77enne presidente si è distinto in un paese raramente diviso.

In campo internazionale dovrà ridare credibilità al Brasile, soprattutto sulla questione ambientale che Bolsonaro ha un po’ trascurato. Dovrà anche affrontare la povertà che affligge il suo Paese e difendere le minoranze etniche, soprattutto quelle colpite duramente dopo quattro anni di polsonarismo.

READ  Un anno di reclusione. "In Francia viviamo in una routine squallida, e in Italia è sulle montagne russe"

Israele: Yair Lapid – Benjamin Netanyahu, Through the Fates

Nel marzo 2021, il presidente Reuven Rivlin ha incaricato Yair Lapid di formare un governo dopo che Benjamin Netanyahu non è riuscito a ottenere un sostegno sufficiente. Anzi, Lapid si fa strada Poi è diventato primo ministro supplente mentre Naftali Bennett ha assunto la carica di primo ministro. Tuttavia, a causa delle tensioni sorte all’interno della coalizione, la coppia ha deciso di sciogliere la Knesset (il parlamento israeliano) e indire così nuove elezioni legislative.

In base a un accordo tra i due uomini che prevede la rotazione in caso di scioglimento, Yasser Lapid assumerà la carica di primo ministro il 1° luglio 2022. Consacrazione a breve termine Dalla conclusione delle nuove elezioni legislative lo scorso novembre, un partito politico ha non è riuscito a mantenere la maggioranza alla Knesset. La battuta d’arresto avvantaggia Benjamin Netanyahu, il cui partito ha vinto 64 dei 120 seggi in parlamento. Dopo aver ratificato il suo gabinetto, ha prestato giuramento giovedì, Così, ha riconquistato il trono, che ha lasciato poco più di un anno fa.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.