Italia: Mancini spiega il ritorno di Mario Balotelli

La rinascita di Mario Balotelli. Chi l’avrebbe creduto? L’infernale figlio del calcio italiano torna in Nazionale a distanza di oltre tre anni dall’ultima convocazione. Eppure, nessuno avrebbe scommesso su una cosa del genere un anno fa. Dopo il fallimento al Brescia, la sua squadra d’infanzia, Mario Balotelli ha voluto riprendersi al Monza, nella seconda divisione italiana, prima di approdare in Turchia la scorsa estate.

“La porta della Nazionale è sempre aperta a tutti”

Tornato a un buon livello agli ordini di Vincenzo Montella, Mario Balotelli ha contribuito in larga misura alla buona prima parte di stagione della sua squadra, Adana Demirspor, quarta nel campionato turco, con otto gol sul cronometro. E proprio grazie a questo ritorno alla ribalta Mario Balotelli è stato convocato, con sorpresa di tutti, da Roberto Mancini, suo ex tecnico di Manchester City e Inter, per uno stage con la Squadra Azzurra in vista della preparazione del rally. mese decisivo di marzo per la qualificazione ai Mondiali.

Italia: Balotelli è tornato! Il richiamo di Super Mario è un triste riflesso della disperazione di Mancini

Mario Balotelli beneficia del fatto che non molti centravanti in Italia stanno andando bene e ha un’altra possibilità per tornare in Squadra Azzurra. Presente in conferenza stampa questo mercoledì, Roberto Mancini ha parlato del ritorno di Mario Balotelli in selezione: “È un buon passo visti gli ultimi mesi, dobbiamo valutare tante situazioni e quella di Mario Balotelli è una di queste. La porta della nazionale è sempre aperta a tutti. Se i giocatori possono aiutarci, saremo felici di farlo”.

“Balotelli non mi ha promesso niente”

La mappa della disperazione? Se la disperazione è quella prima dell’Europeo va bene… Magari quando siamo disperati diamo il massimo, quindi va bene, ma non credo sia una situazione di disperazione. Tecnicamente è sempre stato bravo, dobbiamo vedere come sta fisicamente. Lo abbiamo perso un po’ di vista e vederlo dal vivo per qualche giorno può essere molto più utile. Poi un giocatore deve anche integrarsi in un gruppo già formato, questo è un altro aspetto importante. Per vedere come sta un giocatore, possono essere utili tre sessioni di allenamento“ha aggiunto l’ex tecnico del Manchester City.

READ  Italia: Del Piero si preoccupa per Juventus Torino

Italia: Roberto Mancini ha grandi ambizioni per il Mondiale 2022

L’articolo continua di seguito

“Mario Balotelli non mi ha promesso niente. E’ stato convocato, come gli altri. Siamo curiosi di rivederlo dopo un po’: bisogna valutarlo in allenamento e vederlo dal vivo per capire. Non indossa “Non devo promettermi niente, così come non devo promettergli niente. Penso che sia felice di essere qui e lo valuterò, ecco tutto. è l’unico modo per vedere lui e gli altri”.ha concluso il tecnico della Squadra Azzurra.

C’è ancora molta strada da fare per vedere Mario Balotelli indossare nuovamente la maglia dell’Italia in una partita ufficiale. L’attaccante che ha lavorato per l’OGC Nice deve prima mandare segnali positivi in ​​questa fase di preparazione, ma dovrà anche confermare il suo ritorno in forma nei prossimi due mesi con il suo club per sperare di essere presente nella lista di Roberto Mancini. a marzo per gli spareggi di Coppa del Mondo in Qatar nel 2022.

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.