Italia: dieci per Napoli e Milan

Insaziabili, Napoli e Milan hanno vinto domenica su campo opposto, a Salerno (1-0) e Roma (2-1) con la decima vittoria stagionale, continuando testa a testa in testa al campionato. fine dell’undicesimo giorno.

Il Napoli, vincitore in casa del vicino e in ascesa della Salernitana, ma occupa la differenza reti (+20 contro +15) la poltrona di capolista contro il Milan, che in serata ha vinto l’Olimpico contro la Roma, in maniera significativa. Zlatan Ibrahimovic.

Le due squadre di testa (31 punti, 10 vittorie, 1 pareggio), unica squadra imbattuta in questa stagione in Prima Divisione, conservano sette punti di vantaggio sulle dirette inseguitrici, l’Inter, campione in carica, che ha dominato in casa contro l’Udinese ( 2-0). A inizio giornata con una doppietta dell’argentino Joaquin Correa.

Dopo questa battuta d’arresto, la quarta in stagione, la Roma è rimasta al quarto posto con 19 punti, affiancata dall’Atalanta (5°) che sabato ha pareggiato (2-2) in casa contro la Lazio (6, 18 punti).

A Salerno, nel derby campano, il Napoli ha segnato un gol del centrocampista polacco Piotr Zielinski, dopo un’azione confusa davanti al portiere sloveno Vid Bilic (61).

Dopodiché gli eventi si sono un po’ concitati con due eccezioni in sette minuti, ovvero il cipriota Gregoris Castanos dalla parte della Salernitana per un intervento tardivo alla caviglia destra del camerunese Frank Zambo Anguisa (70), e poi l’altro senegalese Kalidou Koulibaly per un fallo. Su Simi nigeriano. Due eccezioni si sono verificate dopo l’introduzione del VAR.

La punizione al limite dell’area di rigore seguita a quella seconda squalifica è stata sparata dal veterano Franck Ribery, promosso capitano, ma il francese, che sembrava caricare con un peso di 38 anni, è stato bloccato da Giovanni Di Lorenzo, che ha raggiunto la linea di porta per coprire il lato destro dell’area di rigore Gol parato dal colombiano David Ospina, ex OGC Nice.

READ  Premier League | Il presidente della Federcalcio europea (UEFA) ha detto che ci saranno sanzioni

La Salernitana è ancora in una posizione difficile in 19° e penultima posizione.

Il Napoli, anch’esso sfavorevole, ha giocato senza gli infortunati Lorenzo Insigne, il sostituto, e Victor Osimhen.

– Zlatan è sempre avanti –

A Roma, il veterano Zlatan Ibrahimovic, 40 anni, è stato nettamente più a suo favore, guidando l’attacco del Milan con gesti di alto profilo. Il colosso svedese ha aperto le marcature prima con una valida punizione a terra (26), poi dopo una lussuosa rete respinta per fuorigioco, è stata originariamente la seconda, realizzata su rigore dall’ivoriano Frank Kessie (57).

Un calcio di rigore è stato fischiato e assegnato dopo aver visto il video assistente arbitro (VAR) per un goffo fallo del brasiliano Roger Ibanez su “Ibra”, dopo un buon contropiede del difensore francese Theo Hernandez.

Sulla scia di questo colpo al presidente e allenatore della squadra rumena Jose Mourinho, insostenibile ai margini, Olivier Giroud è entrato al posto di Ibrahimovic.

Nove minuti dopo, Hernandez è stato escluso per aver commesso un fallo su Lorenzo Pellegrini, che gli è valso il secondo cartellino giallo e quindi il rosso che lo priverà del derby contro l’Inter di domenica prossima a San Siro (66).

La Roma ha quindi circondato la porta di Ciprien Tatarosano, abbassando anche il segno di Stephan El Shaarawy nei supplementari (90 + 3).

Il Milan ora è sette di fila in campionato.

E si concluderà lunedì (ore 20.45) con l’incontro di Bologna e Cagliari.

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *