Italia: arrestati due uomini sospettati di finanziare l’Isis

Italia: arrestati due uomini sospettati di finanziare l’Isis

Martedì la polizia italiana ha annunciato l’arresto di due uomini a Milano con l’accusa di finanziare l’Isis e diffondere propaganda jihadista.

La polizia ha affermato che i due uomini, un egiziano e un italiano di origine egiziana, sono sospettati di “partecipazione, partecipazione e istigazione a commettere un reato con fini terroristici”.

I due uomini sono stati arrestati all’alba nel capoluogo lombardo, nel nord Italia.

Secondo una dichiarazione del procuratore di Milano Marcello Viola, gli indagati erano “molto attivi nella propaganda e nel proselitismo online per conto dell’Isis”, un’organizzazione alla quale avevano giurato fedeltà.

Secondo l’AGI, avrebbero inviato denaro alle vedove dei combattenti dell’Isis e ad un membro dell’organizzazione.

Martedì, il vice primo ministro italiano Antonio Tajani ha accolto con favore l’arresto di “due combattenti dell’Isis” e ha difeso la “linea dura contro il terrorismo”.

L’AGI precisa che questi arresti non sono collegati all’attentato avvenuto lunedì sera a Bruxelles, nel corso del quale sono rimasti uccisi due svedesi. Un portavoce della Procura federale ha detto all’AFP che il presunto aggressore è stato ferito a morte mentre veniva arrestato dalla polizia martedì mattina nella capitale belga.

READ  Tre film questo sabato su Arte per raccontare il Mediterraneo

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *