Issam Tachet e Youssef Al-Dubaihi nella competizione ufficiale: tutte le news su liberte-algerie.com

Dal 1 al 3 febbraio 2022 nella Città della Cultura di Tunisi, ventiquattro cortometraggi e documentari provenienti da tutto il mondo si contenderanno il primo premio di questa settima edizione. L’Algeria sarà rappresentata dai giovani registi Issam Tachit e Youssef Debihi rispettivamente per i film “White Night” e “Gloom”.

READ  "Vivo en Panama", un invito musicale alla scoperta di Panama di Mathieu des Longchamps

La settima edizione del Panorama International Short Film Festival, che si svolgerà dal 1 al 3 febbraio 2022 presso la Cité de la Culture di Tunisi, proietterà ventiquattro (24) cortometraggi e documentari in concorso ufficiale, su 386 opere ricevute. Libano, Algeria, Italia, Bangladesh, Palestina, Montenegro ed Egitto saranno i Paesi rappresentati da giovani registi del mondo arabo, europeo e asiatico. Dal lato algerino, Issam Tachit e Youssef Debihi presenteranno i loro lavori nella categoria “Short Fiction” intitolati, rispettivamente, White Night (7’12) e Gloom (9’09, 2021). White night è un cortometraggio animato prodotto da Imedghassen Prod e Prozoom Studio. Questo film è ambientato nelle montagne dell’Aurès, nel cuore di una foresta di cedri.

La neve si accumula ai piedi di una casetta in cui vive una bambina affascinata da un pupazzo di neve. Come un sogno, l’azione immerge grandi e piccini in un mondo magico sullo sfondo della condivisione e della passione. Tachet, che è anche sceneggiatore, ha vinto diversi premi per questo lavoro in diversi festival in tutto il mondo, tra cui la Menzione Speciale della Giuria al Festival Internazionale “Vues d’Afrique” in Canada, lo scorso aprile, il miglior film d’animazione al Golden. Bee International Children’s Film Festival (India) e selezioni al Festival Xposure di Sharjah (UAE) e al Festival Internazionale del Film di Animazione di Bucarest (Animest) in Romania.

Youssef El-Debbehi presenterà il cortometraggio Melancholy (Tristezza), con Taoufik Bakhush e Yousra Ben Saghir nei ruoli principali. La malinconia è stata anche oggetto di numerose voci in molti eventi cinematografici, in particolare l’Annaba International Digital Short Film Festival, dove ha ricevuto una menzione speciale da Nicolas Guriatigui (Cile), il nucleo di Baptiste Chabot (A Study of the Crucifixion). Francia) e Cartoline dall’Apocalisse di Antonopoulos Constantinos (Grecia). Oltre agli algerini, troviamo tra gli altri il regista libanese Anthony Merschek b 40, Beirut Monday (Beirut after 40), cortometraggio documentario che ripercorre la doppia esplosione del porto di Beirut avvenuta nell’agosto 2020, che ha rimosso. La vita di diverse centinaia di persone.

READ  Star arriva a Disney Plus e questi sono i film e le serie che puoi goderti

In questo toccante lavoro il regista racconta la propria esperienza a pochi minuti dall’esplosione, quando si trovava a pochi metri dal porto. Le scene dell’Apocalisse sono catturate dall’obiettivo del regista; Una nuvola di fumo in sottofondo, ambulanze che sfrecciano per i vicoli della capitale libanese, case crollate. Le immagini esclusive del dramma e della seconda esplosione riflettono questo fatidico giorno che rimarrà inciso nella memoria dei libanesi.

Si noti che questa settima edizione ha lo scopo di promuovere i giovani registi e si terrà faccia a faccia nel rigoroso rispetto delle misure sanitarie. Il tempo di andare alla stampa I nomi dei membri della giuria non sono stati ancora rivelati, ma sarà composta, apprendiamo dal commissario del festival Kamel Aouij competenze esclusivamente tunisine.

Yasmine Azzouz

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *