In Italia Matteo Salvini sarà processato per aver vietato lo sbarco dei migranti

Pubblicato su :

L’ex ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini sarà processato per aver vietato lo sbarco dei migranti nel 2019, ha detto sabato il tribunale di Palermo in Sicilia.

Il leader italiano di estrema destra Matteo Salvini dovrà affrontare le accuse di rapimento di persone e abuso di potere per aver bloccato i migranti in mare nel 2019, mentre era ministro degli interni, ha dichiarato sabato 17 aprile al tribunale di Palermo.

Il 15 settembre inizierà il processo all’ex ministro, che era anche allora vicepremier nel governo di Giuseppe Conte.

Matteo Salvini, il cui partito, la Lega, fa parte della coalizione attualmente al potere guidata da Mario Draghi, sarà processato per aver vietato lo sbarco di 147 migranti soccorsi in mare da Open Arms nell’agosto 2019 e rifiutato per sei giorni di concedere un porto sicuro per la nave Ong spagnola, che ha ancorato al largo della piccola isola italiana di Lampedusa (sud della Sicilia) a causa del peggioramento delle condizioni a bordo.

“La difesa della patria è dovere sacro di ogni cittadino (…). Per questo sarò giudicato, per aver difeso il mio Paese? Ci andrò a testa alta”, ha reagito su Twitter il politico, che rischia fino a 15 anni di carcere ed è stato presente all’udienza. “Questa è più una decisione politica che giudiziaria”, ha detto ai giornalisti uscendo dal tribunale.

Open Arms da parte sua ha accolto con favore la decisione del tribunale, dicendo su Twitter “felice per tutte le persone che abbiamo salvato”.

Un’altra decisione prevista per il 14 maggio

READ  Francesco Oppini fuori dal GF Vip, il primo messaggio per Tommaso Zorzi: mi manchi

In un altro caso giudicato a Catania, sempre in Sicilia, Matteo Salvini è implicato per aver bloccato in mare un centinaio di migranti soccorsi dalla nave “Gregoretti” della Guardia costiera italiana, sempre durante l’estate 2019. La procura ha chiesto che il procedimento in questo caso sarà archiviato, su cui si pronuncerà il 14 maggio il tribunale di Catania.

Matteo Salvini è entrato nel governo di coalizione della Lega nel 2018 con il Movimento 5 Stelle (M5S, anti-sistema) dopo lo storico punteggio ottenuto dal suo partito alle elezioni legislative.

Ma nell’agosto 2019, forte di sondaggi favorevoli, aveva provocato una crisi di governo con i suoi partner M5S sperando di rimescolare le carte durante le elezioni legislative anticipate.

La manovra era fallita e il M5S era riuscito a formare un nuovo governo con il Partito Democratico (PD, centrosinistra), sostituito all’inizio del 2021 da un’ampia coalizione di governo che includeva la Lega e guidato dall’ex capo della Banca Centrale Europea. (BCE) Mario Draghi.

Con AFP

You May Also Like

About the Author: Cosimo Fazio

"Evangelista di zombi. Pensatore. Creatore avido. Fanatico di Internet pluripremiato. Fanatico del web incurabile."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *