In Italia il governo sta eliminando le agevolazioni fiscali per i calciatori stranieri

In Italia il governo sta eliminando le agevolazioni fiscali per i calciatori stranieri

“Abbiamo appreso con grande sollievo la notizia dell'abolizione” di questo provvedimento, che “punisce l'intero movimento calcistico nazionale”.Venerdì ha ricevuto Umberto Calcagno, presidente dell'Associazione Italiana Calciatori (AIC).

“Finalmente dal 1° gennaio i calciatori italiani e stranieri si ritroveranno nella stessa situazione e ringrazio il governo”.“, Ha aggiunto.

Il ministro dello Sport Andrea Abudi era favorevole all'estensione di questo vantaggio fiscale ai calciatori, ma diversi altri membri del governo erano contrari, tra cui il vice primo ministro e leader della Lega Matteo Salvini, secondo l'agenzia di stampa italiana AGI.

“Meno competitività”

“Gli sconti offerti ai calciatori stranieri che guadagnano milioni non sono etici e i club ora investono sui giovani italiani”.Reazione al canale ufficiale della Lega, Luca Toccalini, deputato di questo partito.

Da parte sua, lo ha annunciato la Premier League italiana, la prima divisione “La sua sorpresa e preoccupazione” Per la decisione che sarà sua “Un risultato completamente opposto a quello che cerchiamo: meno competitività delle squadre che porta a meno entrate e meno risorse per i giovani (…) e meno entrate per il fisco”.Secondo l'ANSA.

Questi giocatori hanno approfittato dello stesso regime fiscale applicato ai laureati italiani residenti all'estero per incentivarli a ritornare nella penisola dove avrebbero potuto dichiarare come base imponibile solo il 50% del loro reddito nei cinque anni successivi al rientro.

READ  Maratona di New York | La vittoria dei keniani Albert Courier e Peres Gebshireshire

You May Also Like

About the Author: Fina Lombardi

"Fanatico della cultura pop. Ninja zombi estremo. Scrittore professionista. Esperto di Internet".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *