Il ritmo di lavoro a Monza accelera verso le Alpi

Nicolas Lapierre, Andre Negrau e Mathieu Vaccivière vorranno tutti aggiungere un altro successo alle loro palme alpine a Monza, poiché l’Alpine A110 Rally ha vinto il Campionato del mondo di rally lo scorso dicembre.

Questa settimana il FIA WEC scoprirà una seconda nuova gara in meno di due mesi viaggiando in Italia per la prima edizione della 6 Ore di Monza.

Dopo le sfide senza precedenti della 8 Ore di Portimão, il team endurance Alpine Elf Matmut e tutti i suoi avversari dovranno usare tutta la loro capacità di adattamento per padroneggiare i dettagli più fini del loro nuovo campo di espressione il più rapidamente possibile. Tra i tracciati più iconici del motorsport, l’Autodromo Nazionale di Monza è anche uno dei più ritmati del calendario, con i suoi lunghi rettilinei e le curve veloci scandite dalle brusche frenate richieste dai tanti rari ostacoli.

Su questo tracciato, che presenta alcune somiglianze con il Circuit de la Sarthe, il team ei suoi tre piloti potranno attingere alle proprie competenze per prepararsi il più possibile al “tempio della velocità”. I francesi Nicolas Lapierre e Mathieu Vaxvier hanno già avuto qualche successo a Monza, mentre il loro collega Andre Negrau ha giocato lì diverse volte. Sul versante alpino, bisogna risalire al Prologo FIA WEC 2017 per trovare le tracce dei prototipi con il calcio A a Monza. Successivamente, due A470 hanno accumulato più di 2.400 chilometri in soli due giorni.

Secondo a Spa-Francorchamps e terzo a Portimão, i Blues cercheranno di continuare la loro serie di podi nonostante l’agguerrita concorrenza che sta crescendo più che mai. Così, l’Alpine Endurance Team Elf Matmut sfiderà due Toyota e due Glickenhaus nella prima classe di supercar, per non parlare di una dozzina di LMP2 capaci di stravolgere la gerarchia e creare sorprese.

READ  Samsung collabora con TetrisTM per creare "Samsung Stackers" - Samsung Newsroom Belgio

In questo contesto, gli uomini di Philippe Senault potranno attingere alle lezioni del precedente incontro per mettere a punto le impostazioni dell’A480 poiché il bilanciamento delle prestazioni non cambierà rispetto al Portogallo. Tuttavia, per tutta la squadra, l’obiettivo sarà semplice unendo concentrazione, umiltà e serenità per ottenere il miglior risultato possibile, tenendo sotto pressione gli avversari e preparandosi il più possibile alla seconda parte di stagione che inizierà il mese prossimo con la 24 Ore di Le Mans.

Il terzo evento in calendario adotterà un formato classico con una sessione di prove libere il venerdì. Nicolas Lapierre, Andre Negrau e Mathieu Växvier utilizzeranno la loro leadership per avere più informazioni possibili in vista delle qualifiche di sabato sera, quindi la gara in cui il terzetto affronterà altre trentasei squadre dall’inizio della 6 ore di Monza di domenica pomeriggio.

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.