Il regista marsigliese Alain Augieto ha ricevuto il Premio della Giuria all’Annecy Animation Festival

Alain Ogito ha vinto sabato sera il premio della giuria all’Annecy Animation Festival per il suo lungometraggio Proibito a cani e italiani, che ripercorre la storia dei suoi nonni, che hanno lasciato il Piemonte, natio, per stabilirsi in Francia.

Nell’ultimo film d’animazione, Proibito a cani e italiani, Alain Uguito si è ispirato alla storia di Luigi, suo nonno e i suoi fratelli.

Il gestore tiene traccia della loro partenza du villaggio di Ogitera La culla della famiglia nel nord Italia all’inizio del Novecento. Al termine del viaggio, una nuova vita in Provenza per Luigi e Cesara.

“È molto toccante trovare il nonno e la nonna che immaginano la loro vita, come si sono potuti incontrare, come hanno vissuto, Ha affascinato la squadra di Méditerranéo, il regista marsigliese, durante le riprese del suo film, Per me è impressionante”.

“Ho trovato testimonianze di contadini e donne dell’età dei miei nonni che vivevano nello stesso posto, un sociologo ha registrato tutto ed è molto potente perché parlano di miseria, guerra e vita quotidiana”.

Dieci film d’animazione sono stati selezionati nel concorso principale del Festival di Annecy, un grande evento di cinema d’animazione, che si è svolto dal 13 al 18 giugno.

Istituito nel 1960, l’evento registra per questa edizione i numeri storici delle presenze: 13.248 visitatori accreditati al festival da 106 paesi, con un aumento dell’8% rispetto al 2019, anno record precedente.

READ  Lovato in Atalanta, Xhaka allontanandosi dalla Roma, riuscirà dalla Fiorentina a rilanciare in Belgio o in Germania?

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.