Il Premiers Plans Film Festival torna con un’edizione “chic e giovane”: Angers.fr

A sua immagine, come se Premiers Plans cambiasse la sua firma e il suo motto, come per ritrovare meglio lo slancio che lo aveva caratterizzato 34 anni fa, tornando alle origini, ovvero la sua semplicità, la mancanza di primi film proiettati e talvolta, il suo sempre audacia. Martedì 14 dicembre “Dopo un anno particolarmente difficile” Come ha ammesso il suo presidente Jerome Kleiman, il Festival del cinema europeo 2022 ha svelato i suoi punti di riferimento e il poster a 400 Coups, di fronte a una stanza piena e impaziente.

Laboratori di una settimana

Il ritorno al cinema si preannuncia forte, “eleganza” Secondo Claude Eric Poirot, fondatore e direttore artistico del festival, che vede anche “Principali giovani e rappresentazione del cinema di oggi”. Presentazioni e incontri si concentreranno nel corso di una sola settimana, dal 24 al 30 gennaio, nel Centro Congressi di Angers e nelle camere oscure della città.

Per creare sinergie nuove e facili da immaginare, questa settimana verranno inseriti i workshop First Plans, solitamente organizzati alla fine di agosto. Creato da Jeanne Moreau nel 2005, consente ai registi di diversi paesi europei di ricevere la spinta finale prima di andare dietro la macchina da presa per produrre il loro primo lungometraggio. “A gennaio saranno in cinque in questo caso a ricevere supporto e consulenza da professionisti del cinema, approfittando degli incontri artistici e delle performance offerte dal festival”, Claude Eric Poirot conferma.

Melvil Poupaud e Laure Calamy

Quello che sappiamo anche è che l’attore, regista, scrittore e musicista Melvil Poupaud presiederà la giuria del lungometraggio. Ritorno a casa alla moda per l’uomo che ha avuto sua madre, regista e produttrice di Brissac. “Melville sa che il festival c’è già stato. Sarà presente tutta la settimana ad Angers e avrà l’opportunità di vedere in anteprima uno dei suoi ultimi due film, Les Jeunes Amants”, Claude Eric Poirot.
La regista franco-libanese Chloe Mazloo, famosa per i film d’animazione, presiederà la giuria dedicata ai cortometraggi e Anais Volpi, la giuria di Diagonales.

READ  Semifinali della UEFA Nations League: come guardarla dal vivo negli USA

L’attrice Laure Calamy sarà la guest star di questa edizione. famoso da allora Antonietta in SetteChe ha vinto il Cesar Award come migliore attrice nel 2021 e per la sua interpretazione in una serie TV dieci per cento, Anche l’attrice è in scena con la stessa costanza. Ad Angers presenterà quattro film a sua scelta, tra cui tempo pieno Scritto da Eric Gravel, premiato alla Mostra del Cinema di Venezia 2021.

Dieci lungometraggi

Come ogni anno, il concorso si preannuncia infuocato sia per la giuria che per il pubblico, chiamato a votare. 75 saranno le prime inquadrature in gara, di cui 10 per lungometraggi selezionati in Europa. Tra questi, due sono francesi, tra cui quello di Vincent Le Porte, che presenterà il suo autografo Bruno Rydal. Una delicata crisi spirituale, ambientata prima di questo primo film che tenta di identificare i motivi brutali di un giovane adolescente.

Un’altra menzione speciale per fuggire Il film franco-danese-norvegese-svedese racconta la storia di un rifugiato che, a metà degli anni ’90, viene trasportato dall’Afghanistan alla Danimarca. È chiaro che il primo lungometraggio d’animazione di Jonas Poeher Rasmussen ha fatto una forte impressione sulla giuria ufficiale. Consigliamo anche il film cino-austriaco soldi ragazzi Firmato da CBI. Il film trattava il tema della prostituzione e dell’omosessualità, e il film non poteva essere girato in Cina per ovvie ragioni politiche e di sicurezza.

Oltre ai lungometraggi, gli appassionati di Premiers Plans potranno trovare tutte le altre sezioni del concorso: Diagonales (6 film, 10 spettacoli), cortometraggi (10 film europei e 8 francesi), film scolastici, piani di animazione e il Concorso per bambini piccoli (dai 3 anni): Chenaplans.

READ  Siem Le Vint, un film sull'ambiente diretto da Danilo Caputo nelle sale il 28 luglio 2021

10 film in anteprima

Dieci film saranno presentati in anteprima durante il festival. “La crisi spiega perché i produttori ci chiedono così tanto. Un festival è spesso un buon inizio per un nuovo film…”, spiega Claude Eric Poirot. Possiamo ricordare: giovani amanti con Melville Pobod e Fanny Ardant di Karen Tardieu; tra le onde di Anaïs Volpe; tipo piccolo, Prima di Samuel Théis; dei nostri fratelli feriti Sullo sfondo della guerra d’Algeria, di Hélé Cistern con Vincent Lacoste; o Unami no tabi di Stoney Sue. Girato nella regione di Saumur, il film è interpretato da Gerard Depardieu nei panni di uno chef famoso, insieme a Sandrine Bonnier e Pierre Richard…

Letture di script

Questa è la particolarità e il segno distintivo del Visitor Festival: queste letture, che hanno già visto sullo schermo grandi nomi e grandi storie, ora vengono lusingate dal pubblico, ma anche da attori, produttori, sceneggiatori… Queste letture dureranno luogo tutti i giorni della settimana alle 14:15 presso il centro congressi. Tre di questi riguarderanno i progetti di lungometraggi che il pubblico sarà invitato a votare e quattro cortometraggi che saranno letti dai comici, Talents Adama Cinéma 2021.

Rotonda, nuova sezione

Questa sezione porterà a cinque serate in doppia proiezione di film inediti o (ri)guardando pepite e riferimenti del genere cinematografico. Il produttore Manuel Checchi sponsorizzerà questa prima edizione.

Retrospettiva e omaggio

Christian Petzold aveva 25 anni quando cadde il muro di Berlino. Da allora in poi, è stato responsabile della radiografia della Germania contemporanea che ha riunito fino a diventare il capo della Scuola di cinema tedesca. Barbara , verifica dell’identità, Fenice, attraversamento e i suoi ultimi film, ondine, sarebbe da vedere o rivedere. Christian Petzold ripercorrerà la sua carriera e collaborazione durante una master class. Altre retrospettive ti permetteranno di scoprire film sul tema delle Fughe come, ad esempio, leopardo delle nevi Attualmente in mostra.

READ  Les Incorruptibles sur Arte: uno sguardo alla trasformazione di Robert De Niro in Al Capone

Un omaggio speciale a due stelle del cinema d’animazione portoghese, Regina Pessoa, che ha vinto cinquanta premi in particolare Una storia tragica a lieto fine. La sua tecnica di incisione è riconoscibile tra mille. Al suo fianco c’è il fondatore dell’ormai famoso studio Filmograto, Abi Feijo.

Da notare infine l’accento su Jonas Carpignano. Invitato ai piani Premier, presenterà kiaraIl suo terzo lungometraggio si concluderà il prossimo Mar Mediterraneo e Cambria La trilogia è stata girata in Italia, nel suo piccolo paese, a contatto con gli abitanti che sono diventati attori.

i biglietti

Novità, sarà possibile prenotare i suoi spettacoli da 20 posti, 6 posti (prima di Natale) o una tantum dal 14 gennaio. Maggiori informazioni sul sito del festival

You May Also Like

About the Author: Drina Lombardi

"Analista. Creatore. Fanatico di zombi. Appassionato di viaggi. Esperto di cultura pop. Appassionato di alcol."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *