Il più grande impatto meteorico registrato su Marte sta producendo dettagli inaspettati sulla struttura interna del pianeta

Nel dicembre 2021, un meteorite ha colpito la superficie di Marte, generando potenti onde sismiche sulla superficie del pianeta. Era sufficiente per il sismometro della missione InSight. L’analisi di queste onde sismiche ha permesso per la prima volta di stabilire la struttura della crosta marziana su larga scala.

Il 24 dicembre 2021, Maggiore TerremotoTerremoto Stava scuotendo la superficie di Marte, un evento che è stato immediatamente rilevato e registrato da Sismometro per la missione InSightposto in superficie. E rapidamente, l’origine di questo terremoto è di interesse per gli scienziati, perché il Pianeta Rosso non ce l’ha placche tettonicheplacche tettonicheE il Molto raramente si verificano grandi terremoti. Il terremoto, infatti, non ha nulla a che vedere con un evento geologico fondamentale del pianeta. Potrebbe essere stato causato dall’impatto di un meteorite sulla superficie, ipotesi confermata dalla sonda MROMRO In orbita attorno al pianeta rivela la presenza di un nuovo cratere di 150 metri di diametro!

Per gli scienziati, questo tipo di evento era semplicemente inaspettato. Perché la forza dell’impatto ha generato un tipo di onda molto speciale, che si è diffuso sulla superficie. Le proprietà di queste onde, che all’epoca non erano state rilevate su Marte, hanno permesso di studiare la struttura della crosta marziana nel suo insieme.

Ascolta l’impatto della meteora su Marte registrato dal lander InSight. © NASA, JPL-Caltech, Cnes, Imperial College London

Onde molto speciali permettono di esaminare la crosta di Marte

onde superficiali Sono onde davvero molto speciali che si producono sulla Terra durante i forti terremoti. Per questo motivo non sono stati osservati prima su Marte, che produce solo terremoti di bassa magnitudo. Sebbene queste onde si propaghino solo lungo la superficie, sono loro che trasmettono la maggior parte dell’energia del terremoto. Sulla Terra, questi sono particolarmente temuti perché sono quelli che fanno più danni.

READ  Video: Newly discovered Sephiroth flaw completely breaks down every single final crush attack

A differenza delle onde TaglieTaglie (P e S), e VelocitàVelocità Le onde di superficie dipendono ripetereripetere. Tuttavia, le frequenze più basse sono più sensibili a profondità maggiori. Questa è una proprietà particolarmente interessante per lo studio della crosta di Marte. Per la prima volta, la misurazione della dispersione di queste onde ha permesso di osservare direttamente le variazioni di velocità in funzione della profondità e di creare un quadro completo. La struttura corticale di Marte.

L’impatto del ghiaccio scavato dal meteorite blocca le dimensioni delle rocce dal sottosuolo di Marte. La presenza di ghiaccio così vicino alla superficie ha sollevato le sopracciglia e interrogato gli scienziati. Panoramica della regione interessata creata dalle immagini catturate dallo spazio dalla sonda MRO. © NASA, JPL-Caltech, Università dell’Arizona

La struttura corticale di Marte, per la prima volta su larga scala

Come il crostalecrostalela crosta di Marte mostra importanti differenze nella topografia, nello spessore e nell’età, ma è anche influenzata in modo variabile da crateri, erosione e vulcanivulcani. La crosta di Marte rappresenta anche un’importante differenza traEmisfero nordEmisfero nord e ilEmisfero sudEmisfero sud, la cui origine è ancora molto dibattuta. Un binario caratterizzato da un dislivello topografico di circa cinque chilometri. La parte meridionale, più alta, presenta anch’essa una superficie craterizzata rispetto a quella settentrionale, ed è caratterizzata da vaste pianure.

Il sismometrosismometro Da InSight fino ad ora ha permesso di vincolare meglio lo spessore del guscio nella zona in cui si trova (Elisio Planetia) cioè 39 +/- 8 km. Per quanto importante sia questo risultato, è solo un punto e la crosta di Marte, nel suo insieme, rimane in gran parte sconosciuta. Tuttavia, l’impatto del meteorite ha permesso di costruire un modello universale. Pertanto, l’analisi delle onde superficiali ha consentito agli scienziati di studiare la struttura della crosta fino a profondità di 30 chilometri sotto la superficie.

READ  I candidati per il gioco dell'anno ai The Game Awards sono...

Crosta uniforme a priori tra nord e sud

I risultati sono pubblicati sulla rivista Scienza, indicando che la crosta marziana mostra una struttura relativamente uniforme tra il sito dell’impatto del meteorite e il sito di InSight. In generale, la crosta è caratterizzata anche da un’elevata densità, contrariamente a quanto suggerito dalle osservazioni a livello del sismometro. La crosta appena sotto InSight sembra essere a bassa densità e potrebbe essere stata formata dall’impatto di un grande meteorite 3 miliardi di anni fa. In ogni caso, sembra che questa parte della crosta di Marte non rappresenti Struttura corticale generale di Marte.

Per quanto riguarda l’origine della dicotomia marziana, lo studio indica che, contrariamente alla teoria precedente, è probabile che le croste a nord ea sud siano relativamente simili, sia per consistenza che per composizione. Le differenze di densità potrebbero spiegare questa impressione di una differenza di spessore della crosta. Tuttavia, l’origine della scissione è ancora dibattuta e può essere collegata a importanti impatti di meteoriti o anomaliaanomalia Nel gravidanzagravidanza Il CappottoCappottoo una combinazione dei due.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.