Il Manchester City è il primo club a ritirarsi dal progetto della Premier League

LONDRA (Reuters) – Il Manchester City ha annunciato martedì che si ritirerà dalla Premier League, diventando il primo dei 12 grandi club europei a ritirarsi da un progetto in competizione da tutte le parti.

Secondo la BBC, il Chelsea si sta anche preparando a invertire e ritirarsi dal progetto di competizione in gran parte chiuso, destinato principalmente ai membri fondatori e all’organizzatore a margine della Federazione Nazionale e delle competizioni UEFA.

In una breve dichiarazione pubblicata sul suo sito web, il leader della Premier League, il club della Premier League, ha dichiarato: “Il Manchester City Football Club può confermare di aver formalmente lanciato misure di ritiro dalla squadra in via di sviluppo. Piani per una Super League europea.

Il presidente della UEFA, l’organo di governo del calcio europeo, ha subito accolto con favore questo ritiro.

“Sono lieto di dare il bentornato al City nella famiglia del calcio europeo”, ha detto in una nota Alexander Ceferin. “Ammettere un errore richiede coraggio, ma non ho mai dubitato che avessero la capacità e il buon senso per prendere quella decisione”.

Chelsea e Manchester City sono tra i sei club inglesi che hanno inizialmente partecipato a questa iniziativa che ha subito subito un’ondata di proteste da parte di organismi internazionali come UEFA e Fifa, oltre a tifosi, politici e molti media.

Quando si è diffusa la notizia dell’imminente ritiro del Chelsea in vista della partita casalinga contro il Brighton e l’Holfi Albion, i tifosi del club londinese hanno esultato per le strade intorno a Stamford Bridge.

Da parte loro, i giocatori del Liverpool, altro club inglese coinvolto, hanno condiviso su Twitter un messaggio confermando la loro volontà di non partecipare alla Super League.

READ  L'economia europea torna ai livelli pre-crisi nel 2022 - EURACTIV.com

Gli altri 14 club della Premier League non coinvolti nel progetto si sono incontrati martedì con la FA per discutere di questa crisi.

La Premier League ha rilasciato una dichiarazione in cui si dichiarava di respingere la Premier League “all’unanimità e con la forza” e ha annunciato la contemplazione di misure che potrebbero essere prese contro i sei club dissidenti.

In caso di ritiro dei club inglesi, il progetto della Premier League, attuato anche da club spagnoli e italiani, sembrerà essere seriamente minacciato, soprattutto perché i club francesi e tedeschi si sono rifiutati di aderirvi dall’inizio.

(Simone Evans, versione francese Bertrand Bossi)

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *