Il Giappone riprende le vaccinazioni dopo 8 anni di flottazione

Il Giappone promuoverà ancora una volta attivamente la vaccinazione contro il cancro cervicale, che secondo i suoi sostenitori potrebbe salvare migliaia di vite, dopo una lunga pausa legata a una campagna mediatica sui presunti effetti dannosi.

Questa raccomandazione del governo ritorna da aprile, dopo otto anni di sospensione, che dovrebbe essere reintrodotta la vaccinazione contro i papillomi umani (HPV) e le malattie sessualmente trasmissibili, alcune delle quali possono portare al cancro della cervice nelle donne.

Il tasso di vaccinazione HPV è sceso all’1% in Giappone dal 70% nel 2013.

“Finalmente, saremo in grado di proteggere la vita delle giovani donne”, ma “gli ultimi otto anni costeranno molte vite”, osserva Junko Mihara, un’ex attrice diventata parlamentare e sopravvissuta al cancro del collo dell’utero. Circa dieci anni.

A quel tempo, la rivelazione del suo cancro fu scioccante per il mondo dello spettacolo in Giappone e dovette nascondere la sua malattia per poter rimanere sul palco, ricorda in un’intervista all’AFP.

Una volta in politica, è diventata una convinta sostenitrice della vaccinazione contro l’HPV e ha servito come viceministro della salute.

Ogni anno in Giappone, circa 10.000 donne sviluppano il cancro cervicale e quasi 3.000 muoiono a causa di esso.

– Prove di efficacia –

Secondo un ampio studio pubblicato lo scorso anno sulla rivista medico scientifica The Lancet, l’incidenza del cancro cervicale tra le giovani donne nel Regno Unito è diminuita in modo significativo dall’introduzione del programma nazionale di vaccinazione del paese alla fine degli anni 2000.

Il Giappone ha approvato il vaccino HPV nel 2009 ed è diventato gratuito per le ragazze di età compresa tra 12 e 16 anni nell’aprile 2013.

READ  Perché gli uomini diventano stupidi quando rimorchiano la stessa donna?

Ma solo due mesi dopo, il governo ha smesso di raccomandarlo a causa dei dubbi su un possibile nesso causale tra la sua iniezione e il “dolore cronico” riportato dalle persone vaccinate.

Il vaccino è stato preso con disgusto dai media giapponesi che hanno raddoppiato gli articoli che suggeriscono che potrebbe essere pericoloso. La maggior parte dei leader politici e degli esperti scientifici del paese è rimasta in silenzio di fronte a critiche che non hanno aiutato le cose.

Anche all’estero, ad esempio negli Stati Uniti o in Francia, le vaccinazioni contro l’HPV hanno suscitato la sfiducia di parte della popolazione e portato ad azioni legali.

In Giappone, è disponibile gratuitamente dal 2013, ma senza che i comuni inviino notifiche alle persone colpite.

– ‘Non avevo paura’ –

“Il ministero della Salute preferisce l’opinione pubblica piuttosto che le prove scientifiche”, ha denunciato l’ostetrico-ginecologo Kanako Inaba, a capo di un’organizzazione che fornisce informazioni su questi vaccini.

Man mano che diventano disponibili più dati sulla loro sicurezza ed efficacia, negli ultimi anni i vaccini HPV sono stati riabilitati nell’opinione pubblica giapponese.

“Non avevo paura”, ha detto all’AFP Otako Kawakami, una studentessa di 20 anni che ha ricevuto una dose di richiamo del vaccino HPV l’anno scorso.

“Il lavoro scientifico sostiene la sicurezza (per questo prodotto, ndr) e ho preso la mia decisione sulla base di questi dati”, spiega la giovane donna. Ora condividi le informazioni su questo argomento sui social network per sensibilizzare i giovani.

“Ricevo messaggi su Instagram da ragazze che mi dicono che ora stanno valutando la possibilità di vaccinarsi. Mi rende così felice”.

READ  "Christophe Quelque Chose" o una sottile miscela di scienza, teatro e magia

Tuttavia, ci sono ancora oppositori dei vaccini HPV in Giappone, comprese le donne che credono di aver sofferto di dolore cronico o affaticamento dall’iniezione. Le prove sono ancora in corso.

Il rappresentante Junko Mihara ha affermato che fornire informazioni accurate sarà fondamentale per rilanciare la vaccinazione contro l’HPV in Giappone. “Non voglio che i giovani sperimentino quello che ho passato io”.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.