Il futuro dell’Europa: i cittadini parlano di economia, lavoro e istruzione | Notizia

200 cittadini si sono riuniti al Parlamento Europeo a Strasburgo per lanciare le riunioni dei Comitati dei Cittadini Europei nell’ambito del Conferenza sul futuro dell’Unione europea.

I membri del comitato, scelti casualmente per rappresentare la diversità nell’Unione europea, hanno lavorato su un’ampia gamma di argomenti come l’economia, l’occupazione, la giustizia sociale, l’istruzione, la cultura, i giovani, lo sport e la trasformazione digitale.

Il deputato Guy Verhofstadt, Co-Chair del Comitato Esecutivo della Conferenza, che ha preso la parola per dare il benvenuto a tutti i partecipanti, ha sottolineato la natura storica di questo evento: “È la prima volta che vengono formulate politiche europee. Non per i cittadini europei ma per cittadini, non è stato organizzato un esperimento democratico di questo tipo a livello paneuropeo e transnazionale”.

Gli incontri si sono alternati tra deliberazioni in piccoli gruppi e discussioni che hanno riunito tutti i membri presenti nella sanguinosa seduta del Parlamento. Esperti in vari campi hanno scambiato le loro opinioni sui principali sviluppi e sfide.

Durante la prima sessione (saranno tre in totale), il team ha individuato cinque temi che verranno approfonditi nei seguenti incontri:

  • lavorare in europa
  • economia futura
  • società giusta
  • Impara in Europa
  • Trasformazione digitale etica e sicura

Ogni argomento è stato suddiviso in sottoargomenti. Durante le prossime sessioni, i membri del comitato saranno divisi in più gruppi in modo da dedicarsi a ciascun gruppo.

Il Comitato ha inoltre selezionato 20 rappresentanti per la sessione plenaria della Conferenza, durante la quale presenteranno i risultati del loro lavoro e delle discussioni con i rappresentanti delle istituzioni dell’UE e dei parlamenti nazionali.

I partecipanti sono stati felici di avere l’opportunità di parlare delle questioni che l’Unione europea deve affrontare.

READ  Secondo la stampa, il gigante del lusso Kering avrebbe dovuto pagare bonus ai dirigenti all'estero

Claudia, un’adolescente italiana, ha dichiarato: “È così divertente. Non sapevo molto di politica ed economia, ma sono molto felice di essere qui, incontrare persone di culture diverse e discutere di tutta una serie di questioni diverse”.

Eduardo dalla Spagna ha dichiarato: “È stata un’esperienza straordinaria. Non sapevo cosa aspettarmi, ma non avevo mai immaginato una cosa del genere. Vorrei poterlo fare 20 anni fa”.

La seconda sessione si svolgerà online dal 5 al 7 novembre, mentre il comitato si riunirà dal 3 al 5 dicembre a Dublino per la terza e ultima sessione.

Altri gruppi di cittadini europei inizieranno i loro lavori nei prossimi fine settimana. La seconda sessione, incentrata su democrazia, valori e diritti dell’UE, stato di diritto e sicurezza nell’UE, si svolgerà dal 24 al 26 settembre.

Scopri di più sulla prima riunione del Primo Comitato dei Cittadini Europei nel nostro video.

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *