Il Corvette Museum apre la mostra sull’incidente avvenuto 10 anni fa

Il Corvette Museum apre la mostra sull’incidente avvenuto 10 anni fa

10 anni fa, il 12 febbraio 2014, accadde uno degli eventi più strani, tristi e insoliti: crollò una parte frana del Museo Corvette. Quest’ultimo si trova a Bowling Green, nel Kentucky, un’ora a nord di Nashville, nel Tennessee.

Fortunatamente il disastro è avvenuto di mattina presto, prima che venisse aperta al pubblico. L’enorme voragine che si è poi creata ha inghiottito otto vecchie auto, alcune delle quali insostituibili.

Dieci anni dopo, il museo ha aperto una mostra temporanea di tre mesi intitolata “Dalla terra al cielo: reinventare il flusso”. (Dalla Terra al Cielo: reinventare l’abisso)

Il buco nel pavimento dello Skydome, al Corvette Museum di Bowling Green
Il buco nel pavimento dello Skydome, al Corvette Museum di Bowling Green | Auto123.com
Il buco nel pavimento dello Skydome al Corvette MuseumIl buco nel pavimento dello Skydome al Corvette Museum
Il buco nel pavimento dello Skydome, al Corvette Museum | Auto123.com

E così, fino al 15 settembre, lo spettacolo renderà omaggio al restauro della Mallett Hammer Z06 del 2001, della 1,5 milionesima Corvette mai realizzata, della ZR-1 Spyder e anche di una ZR1 “Blue Devil” del 2009. Come altri manufatti, è stato inghiottito dal buco largo 40 piedi e profondo 60 che si apriva nella parte del museo conosciuta come Skydome.

Alcune vetture sono state restaurate e la mostra mira a preservare la storia delle Corvette e dell’evento, ma anche a sottolineare il progresso.

Per capire il motivo dell’incidente è interessante leggere cosa dice il giornalista Robert Dover del sito dell’Auto Authority:

“Il National Corvette Museum si trova dall’altra parte della strada rispetto allo stabilimento di assemblaggio della Corvette della General Motors a Bowling Green, e si trova in cima a un’area carsica, a circa 30 miglia dal Mammoth Cave National Park, il sistema di grotte più lungo e famoso del mondo un Kentucky minerario, dove grotte e sorgenti sotterranee scorrono come vene sotterranee e i sedimenti si muovono continuamente attraverso le cavità della terra, creando doline. Cinque giorni dopo l’apertura del buco della Corvette, un altro buco più grande si aprì a 25 km di distanza.

READ  Windows 11, Microsoft sta migliorando e migliorando il menu di avvio

Il crollo ha fatto notizia in tutto il mondo. L’autore di queste righe aveva visitato il luogo nel 2012 ed è stato speciale vedere alcuni dei pezzi ammirati che erano stati fotografati qualche mese prima trasformati in pezzi.

Se ti trovi in ​​zona, una visita è d’obbligo, soprattutto perché avrai l’opportunità di vedere Corvette uniche, comprese quelle che furono distrutte durante l’evento.

La milionesima Corvette mai realizzataLa milionesima Corvette mai realizzata
La milionesima Corvette di sempre Auto123.com
Corvette 40a Edizione del 1993, rosso rubinoCorvette 40a Edizione del 1993, rosso rubino
1993 Corvette 40a edizione, rosso rubino | Auto123.com
Chevrolet Corvette ZR1 modello 2009Chevrolet Corvette ZR1 modello 2009
Chevrolet Corvette ZR12009 | Auto123.com
Smoking Corvette del 1962 neroSmoking Corvette del 1962 nero
Corvette nera da smoking del 1962 | Auto123.com
Smoking Corvette nero del 1962 restauratoSmoking Corvette nero del 1962 restaurato
Smoking Corvette nero del 1962 restaurato | Auto123.com
Museo della Corvette, Bowling Green, KentuckyMuseo della Corvette, Bowling Green, Kentucky
Museo della Corvette, Bowling Green, Kentucky | Auto123.com

Contenuti originali da auto123.

You May Also Like

About the Author: Adriano Marotta

"Pluripremiato studioso di zombi. Professionista di musica. Esperto di cibo. Piantagrane".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *