I segreti degli ingressi al Museo Italiano

La Galleria degli Uffizi, l’Accademia delle, o anche Pompei: i musei italiani sono tra i più visitati al mondo. Ma come organizzano e gestiscono milioni di presenze? I nostri vicini italiani gestiscono il loro patrimonio in modo molto diverso da noi? Forbes France torna per organizzare i più bei musei italiani con la società privata Opera Laboratorie, che collabora con più di 50 musei in Italia.

Opera Laboratories – società privata che promuove le partnership pubblico-privato

I numeri parlano da soli: decine di milioni di visitatori all’anno, ricavi per 75 milioni e più di 50 musei in gestione. Opera Laboratorie è senza dubbio l’azienda italiana leader nella gestione museale. Ma cosa fa? Laboratori d’Opera per questi musei? Quasi 1.000 dipendenti si occupano della gestione del sito web, della biglietteria, delle prenotazioni online e dirette, delle comunicazioni, delle mostre e persino delle riparazioni, in particolare dei tessuti. Opera Laboratori può così gestire in modo ottimale le concessioni dei musei partner riducendo i costi. Infatti, con il tempo e l’esperienza, l’azienda, che ha sede a Firenze, ha acquisito una vera e propria esperienza museale. Le vendite e la reputazione sono state migliorate. Opera Laboratori collabora con il socio Renzo Ruggeri e la nobile famiglia Winspeare “L’arte per l’arte”, preservando, diffondendo, gestendo e rivalutando il patrimonio culturale e museale italiano. Presidente e AD Piccola Costa Spiegaci: Il nostro ricco passato ci permette di proiettarci nel futuro con visione e innovazione. Condividere la bellezza nel tempo è il vero scopo del nostro lavoro.io . Inoltre, la forza della nostra azienda– Prosegue il Presidente e Amministratore Delegato – È servito soprattutto dalle persone che vi lavorano. ». Con oltre vent’anni di gestione museale, l’attività di gestione italiana continua ad espandersi.

Eke Schmidt – Direttore della Galleria degli Uffizi, Maddalena Winsfer, già direttrice della Casa editrice Sillabe di Livorno, Pepe Costa, amministratore delegato di Opera Laboratori © Opera Laboratori

L’elenco dei musei gestiti è sorprendente : Uffizi Galleria dell’Accademia, Duomo di Firenze, Pompei, Galleria Brera di Milano. E ancora: il complesso del Duomo di Siena e Arezzo, il Tesoro dei Granduchi di Toscana, la Galleria Palatina, il Museo della Moda e del Costume, il Giardino di Boboli, il Museo Nazionale del Bargello, la Basilica e il Museo Orsanmicelli, la Casa Martelli Museo, la Chiesa Medicea, il Museo di San Marco o anche il Museo Archeologico di Firenze. Più di 50 istituzioni in totale. Sergio Risaliti, Direttore del Museo Novecento A Firenze, che ha lavorato anche in Francia, ci spiega in un ottimo francese le differenze di gestione tra i nostri due Paesi: ” Il Dipartimento Museo e Arte in Francia è molto efficiente e aperto all’innovazione. Più lenta, ma ancora più creativa, invece, la gestione del Museo Italiano. Abbiamo anche collaborato con successo con Opera Laboratori per organizzare mostre

READ  Italia - Intervista di Caterina Colonna alla sua controparte (03.06.22)

Privatizzazioni e visite straordinarie: da Barack Obama al Duomo e Elon Musk agli uffici

Opera Laboratori progetta eventi in luoghi speciali come musei, giardini, ville, biblioteche, dimore storiche, cortili e monasteri, luoghi che coniugano bellezza, cultura, ospitalità e minuziosa organizzazione. ” Possiamo organizzare spazi speciali per il tuo evento, permettendo ai tuoi ospiti di essere gli unici “visitatori” speciali della location prescelta : Uffizi, la Galleria dell’Accademia di Firenze, il Museo Nazionale del Bargello e la Pinacoteca di Brera…” spiega Danielle Petrucci, amministratore delegato di Opera Laboratori. Visite guidate a collezioni permanenti o mostre temporanee possono approfondire la conoscenza e arricchire la partecipazione degli ospiti, come testimonia la visita privata del miliardario americano Elon Musk o Barack Obama al Duomo di Firenze.

Ike Schmidt, direttore della Galleria degli Uffizi a Firenze ed Elon Musk nel 2021 alla Galleria degli Uffizi

Organizzare mostre – il caso di Arte Senese

Opera Laboratorie si occupa anche dell’organizzazione di mostre eccezionali: L’arte del sigma bancario Monte dei Paschi di Siena – Senza dubbio la banca possiede il patrimonio artistico più ricco del mondo con circa 30.000 opere! Andrea Ceccherini Spiega un esperto di storia dell’arte senese:Siena è senza dubbio una delle città più belle d’Italia che ha dato i natali a 3 papi delle famiglie Piccolomini e Shige. La sua cattedrale è un gioiello e soprattutto il suo pavimento, un vero libro aperto che traccia il percorso della conoscenza. Un capolavoro unico al mondo. Quest’opera fu ammirata da tutti i più grandi artisti del Rinascimento, da Michelangelo al Vasari. La ricchezza della città deriva in parte da un viaggio attraverso la Francigena – la “Via Francescana” in francese (che si può tradurre come “la via che viene dalla Francia”) – una via di pellegrinaggio che collega Canterbury a Roma attraverso la Francia e la Svizzera. ” Come il Camino de Compostela, è un importante percorso di pellegrinaggio nel Medioevo e ha dato grande importanza a Siena come testimonia il magnifico complesso museale del Santa Maria della Scala con una superficie complessiva di oltre 14.000 mq. La Galleria Arte Senese permette di comprendere appieno la ricchezza culturale della città attraverso i secoliSe un turista trascorre in media solo pochi giorni, anche poche ore in città, allora vale senza dubbio più tempo.

READ  Chi è Andrea Gianni, l'allenatore italiano della squadra francese di pallavolo?

Eccezionale mostra d’arte senese © Opera Laboratori

Dare voce a musei e beni culturali che ne sono sprovvisti

I Laboratori Opera danno voce anche a musei e beni culturali che ne sono sprovvisti. L’ufficio comunicazione di Opera Laborati, con il suo ufficio stampa, pianificazione media e creatività grafica, è in grado di svolgere un attento lavoro di rivalutazione del territorio. I compiti svolti includono la creazione di una presenza sui social media, il lancio di campagne pubblicitarie, l’emissione di comunicati stampa, l’invio di newsletter periodiche a target specifici, il marketing diretto, le affissioni stradali e l’organizzazione di tour educativi e informativi per scuole e tour operator. Molte attività di rivalutazione delle monete sono cadute nel dimenticatoio come vedremo con il Tempio del Brunello (DOP), vino rosso italiano prodotto nella regione di Montalcino in provincia di Siena.

Tavolo degustazione Tempio del Brunello © Opera Laboratori

Istituzione di nuovi musei – Museo del Vino – Il “luogo più creativo” d’Italia

A circa un’ora da Firenze, questa è la vacanza perfetta. Alla base di questo grande miglioramento c’è ancora una volta Opera Laboratori. Il Tempio del Brunello è un’escursione accattivante e immersiva che permette ai visitatori di scoprire il Brunello di Montalcino (AOC – Denominazione d’Origine Controllata)un principe tra i vini del Montalcino e una delizia per le papille gustative. L’esperienza inizia con una postazione video con maschere di realtà virtuale che permettono ai visitatori di immergersi nelle ville, nei castelli, nei vigneti e nei piccoli borghi disseminati nel vasto e diversificato territorio del comune. Un’esperienza di realtà virtuale davvero mozzafiato. Chi ha detto che i musei italiani non sono moderni? » Il Tempio del Brunello a Montalcino è uno dei vincitori del 6° Remarkable Venue AwardsSpiegaci Andrea Acampa» Un programma annuale di premi che premia i migliori musei e attrazioni di tutto il mondo da Tiqets, la piattaforma di prenotazione di musei e attrazioni online leader nel mondo.La Sinagoga del Brunello è un ottimo esempio di proficua collaborazione tra privato e pubblico: è stata progettata e realizzata dall’Opera Laboratorie in collaborazione con il Consorzio del Brunello di Montalcino, il Comune di Montalcino e la Diocesi di Siena.

READ  Bouches de Bonifacio: caccia industriale sotto sorveglianza

Il Tempio del Brunello, vincitore del sesto Remarkable Venue Awards © Opera Laboratori

Dai vita all’arte organizzando nuove esperienze: L’Esperienza Da Vinci nella Chiesa Fiorentina di Santo Stefano al Ponte. Una nuova forma di museo

Il museo più autentico di Firenze senza dubbio. Per la tua prossima visita a Firenze, questa non la dimenticherai mai : I capolavori e le invenzioni di Leonardo da Vinci rivivono con una nuova produzione immersa fino al 1 novembre 2022 nel Duomo delle Immagini a Firenze, all’interno della chiesa di Santo Stefano al Ponte. Dal 2017, la mostra immersiva è stata visitata da più di 20 città in tutto il mondo e seguita da oltre 900.000 spettatori. Nel 2019 è stata selezionata dal Ministero degli Affari Esteri italiano come produzione ufficiale in occasione del 500° anniversario della morte di Leonardo. In questa chiesa empia ci si lascia trasportare e soggiogare dall’arte del pittore fiorentino.

Goditi l’esperienza della Galleria Da Vinci con Aculus Quest © Laboratori d’Opera

Se, a livello tecnico, gli italiani sono stati per secoli modelli per i francesi, non possiamo forse ispirarci oggi alla loro gestione del patrimonio? Dopotutto, Opera Laboratori va ben oltre la sola gestione dei biglietti. L’azienda italiana rivaluta il patrimonio culturale italiano focalizzando, innovando e razionalizzando la vita dei musei in tutta Italia. Così, gli italiani non hanno finito di ispirarci.

<<< Leggi anche: » Eck Schmidt e il Rinascimento alla Galleria degli Uffizi »>>>

You May Also Like

About the Author: Malvolia Gallo

"Appassionato di alcol. Piantagrane. Introverso. Studente. Amante dei social media. Ninja del web. Fan del bacon. Lettore".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.